Gemellaggi: delegazione di Utsunomiya in visita in città, riattivato canale con città giapponese

Stampa, 13 mag 16:29 ·
Vai a:   articolo principale       

Delegazione di Utsumomiya in città per riattivare il patto di amicizia siglato nel lontano 1995. Pietrasanta è pronta a tornare in Giappone, nel 2020, in occasione del 25esimo anniversario del gemellaggio.

Ad avvicinare Pietrasanta alla cittadina giapponese era stato l’artista ed ambasciatore commerciale del patto Junkyu Muto. Muto, arrivato a Pietrasanta nel 1986 dove ha lavorato e vissuto per molti anni, è uno dei tanti artisti giapponesi che ha contribuito a far conoscere la Piccola Atene nel Sol Levante. Entrambe le città si sono anche dedicate una piazza o spazio pubblico: a Pietrasanta c’è una piazza Utsunomiya (di fronte al Liceo Stagio Stagi) e a Utsunomiya c’è una galleria intitolata a Pietrasanta.

La delegazione giapponese, formata dai rappresentanti della città della Utsunomiya City International Association, ha incontrato il Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, l’assessore ai gemellaggi, Francesca Bresciani, il comitato gemellaggi presieduto da Daniela Zalcetti ed il consigliere comunale, Matteo Marcucci in occasione di una visita ufficiale in Municipio. Presenti anche i membri del comitato Cristina Carla Tonacchera e Benedetta Galeotti, il capo di gabinetto, Adamo Bernardi.

Un incontro formale reso ancora più solenne da uno scambio di doni e dalla promessa di riattivare, quanto prima i rapporti tra le due città. “Le nostre due città – ha spiegato l’assessore Bresciani – hanno voglia di rincontrarsi e ritrovarsi. La visita in città ne è la chiara esigenza. Da diversi anni le nostre due realtà si erano allontanate ma è nostra volontà, nel 2020, riaprire questo stargate con una cultura molto diversa dalla nostra per inserirla nel programma annuale di gemellaggi che prevedono moltissime attività che coinvolgono anche i ragazzi delle scuole”.

La riattivazione del patto di amicizia con la città giapponese della prefettura di Tochigi (dista 50 minuti in treno da Tokyo) è uno degli obiettivi del comitato gemellaggi: “arte e scuola sono i due canali che intendiamo tornare a sviluppare con la comunità di Utsunomiya che ci ha onorato della sua visita. – ha spiegato la Zalcetti – L’obiettivo dei gemellaggi è quello di avvicinare culture, anche molto diverse tra di loro, e trarre ricchezza dalle esperienze umane che si innescano. Nella delegazione erano presenti due dei più importanti rappresentanti della comunità cittadina a conferma dell’importanza che riconoscono al patto di amicizia siglato tanti anni fa”.