Editoria: Premio di Poesia Carducci, giuria al lavoro per scegliere i finalisti

Stampa, 22 mag 13:54 ·
Vai a:   articolo principale       

Giuria del Premio di Poesia Internazionale Carducci al lavoro. Tantissimi i libri in concorso per la 62esima edizione del prestigioso premio letterario promosso dal Comune di Pietrasanta per celebrare il Premio Nobel e cittadino illustre di Pietrasanta (Carducci è nato nella frazione di Valdicastello dove è aperto al pubblico la Casa Museo). Lo scorso anno il riconoscimento era stato assegnato a Gian Mario Villalta con l’opera “Telepatia”, raccolta di poesie edita da Edizioni LietoColle.

La giuria presieduta da Ilaria Cipriani e composta da Silvia Bre, Stefano Dal Bianco, Umberto Fiori, Antonio Riccardi, è al lavoro, in queste ore per selezionare la rosa dei libri finalisti del Premio. “Anche quest’anno – spiega il Presidente Cipriani – il Premio ha raccolto l’attenzione di molti nomi importanti del panorama poetico contemporaneo ma anche di tanti e promettenti giovani che si stanno facendo largo nel campo della letteratura. Il primo lavoro di scrematura è quasi completato e siamo passati alla seconda fase per un’analisi più approfondita delle opere selezionate. Torneremo a riunirci l’8 giugno per decidere i tre finalisti”.

Le premiazioni finali sono in programma in Piazza Duomo, il 27 luglio, data di nascita di Giosuè Carducci, con una serata evento tra poesia, musica, danza e canto sullo sfondo del Duomo di San Martino. Anteprima il 26 luglio al Caffè della Versiliana con un incontro a cui parteciperanno anche i tre finalisti. “Il nuovo format, che dal 2015 ci ha permesso di riportare il Premio nel centro storico – spiega la Cipriani – ci permette di mettere in connessione tutte le arti e di rendere questo momento di altissima letteratura accessibile, piacevole ed anche divertente. Ci saranno come al solito incursioni di danza, musica e canto ad accompagnare la lettura dai testi tratti dai libri finalisti e le premiazioni del premio dedicato alle scuole che rappresenta, per noi, una importantissima componente delle attività che ci permettono di portare tra i banchi la letteratura, la scrittura creativa e l’analisi testuale. Ma sono ancora più felice di annunciare che torneremo anche al Caffè della Versiliana di Romano Battaglia, dove per diversi anni si è svolto il premio, con una anteprima molto speciale ed alcune anticipazioni. Sarà un Premio contemporaneo da tutti i punti di vista”.