Gemellaggi: GemellArt tra Pietrasanta e Grenzach (Germania), studenti dipingono insieme in Piazza Duomo

Stampa, 5 giu 14:26 ·
Vai a:   articolo principale       

L'arte come strumento di amicizia e cultura tra i giovani delle città gemellate con Pietrasanta. Nasce con questo obiettivo GemellArt: l’innovativo progetto promosso dall'amministrazione comunale di Pietrasanta per valorizzare e custodire i lavori e le opere d'arte realizzate attraverso durante gli scambi culturali tra Pietrasanta e le città gemellate.

Il primo evento di GemellArt ha coinvolto gli studenti del Liceo Stagio Stagi e di due classi del Liceo Artistico di Grenzach-Wyhlen (Germania) in gita nella piccola Atene per una settimana nell’ambito della percorso vacanza-studio. Gli studenti, una settantina in totale, hanno dipinto assieme nella splendida cornice di Piazza Duomo, nel cuore del Centro Storico e hanno presentato, nella mattina di mercoledì 4 giugno, i loro lavori nella Sala del Consiglio alla presenza del Vicesindaco, Elisa Bartoli e dell'Assessore ai Gemellaggi, Francesca Bresciani. “E’ uno dei tanti progetti che, come amministrazione, abbiamo costruito per rafforzare il legame tra le città e la loro identità. – spiega l'Assessore Bresciani – Questo primo evento racchiude in sé lo spirito di Gemmelart: amicizia, arte e cultura per la promozione di un'Europa dei popoli veramente unità”.

Il progetto è stato coordinato dal presidente del comitato gemellaggi, Daniela Zalcetti e dalla Professoressa Elisa Solidoro, coordinatrice del comitato gemellaggi all'interno delle Scuole Superiori. “Questo nuovo progetto ha un nome, ma presto avrà anche un logo: – anticipa Zalcetti – una delle quattro opere verrà infatti selezionata e diventerà il simbolo di GemellArt”. A supervisionare il progetto artistico sono state le docenti di pittura Chicchi e Torcigliani che hanno supportato i ragazzi nella realizzazione delle quattro coloratissime tele. Uno dei lavori artistici è stato regalato al Comune, due opere sono state assegnate al Comitato Gemellaggi di Grenzach-Wyhlen e a quello di Pietrasanta. L'ultima rimarrà invece esposta nel Liceo pietrasantino.