Lavori pubblici: scuola al primo posto per investimenti, in tre anni quasi 8 milioni di euro di interventi

Stampa, 21 giu 14:50 ·
Vai a:   articolo principale       

La scuola è al primo posto nell’agenda dell’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti. Quasi un quinto degli investimenti totali (8 milioni dei 41 previsti) che saranno riversati sulla città, da qui al 2021, interesseranno proprio la scuola tra nuovi plessi scolastici da realizzare (Tonfano) e tantissimi interventi per adeguare, migliorare e rendere più sicuri ed accoglienti gli edifici già esistenti.

Linea confermata anche nell’ultimo consiglio comunale nell’ambito della discussione sull’approvazione della manovra da 2,5 milioni di euro che libera risorse importanti per aprire cantieri ed iniziare il piano di opere pubbliche. Nella manovra erano infatti contenute risorse per circa 600 mila euro per finanziare le opere di efficientamento energetico in sette plessi scolastici (Rodari, Grimm, elementare Mancini, Barsottini, Mutti, Ricci e Forli) ed antincendio per la Mancini e per la Quadrellara oltre agli interventi all’asilo Scibidù. “Entro il 20 luglio – ha anticipato l’assessore alla pubblica istruzione e ai lavori pubblici, Francesca Bresciani - parteciperemo ad un apposito bando sulla vulnerabilità sismica per completare anche questo percorso. Stiamo lavorando su tutti i fronti per intercettare risorse dedicate alle scuole. I risultati di questo primo anno sono stati molto importanti”.

La voce principale è rappresentata dal maxi finanziamento per il nuovo polo di Tonfano (circa 6 milioni) che riunirà sotto lo stesso tetto la Santini, la Bibolotti e le elementari della Quadrellara e che sarà il più moderno e green plesso della Versilia mentre un milione sarà suddiviso in altri interventi: “In questo primo anno – ha spiegato Bresciani – non ci siamo solo concentrati sui plessi, sugli interventi e sulla programmazione delle future azioni strutturali ma anche e soprattutto sul potenziamento dell’offerta extra scolastica che era l’altro impegno di mandato. Abbiamo attivato ed introdotto il pre-scuola per le primarie (15 minuti, applicato lo sconto delle rette dell’asilo per 280 famiglie, avviato un percorso di adeguamento delle cinture di sicurezza degli scuolabus e tante altre iniziative. La scuola è al centro della nostra azione quotidiana anche attraverso la nostra presenza fisica. Una città dove si vive bene è una città dove le scuole sono un luogo felice e sicuro”.