Turismo: via Francigena anche a cavallo, percorsi e punti sosta anche a Pietrasanta

Stampa, 1 lug 14:50 ·
Vai a:   articolo principale       

La via Francigena si potrà percorrere anche a cavallo oltre che a piedi ed in bicicletta. L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti dice convintamente si al progetto di ulteriore potenziamento della Via Francigena Toscana che da Canterbury, Inghilterra, porta fino a Roma passando da Pietrasanta (tappa 26).

Dopo la Sosta del Pellegrino che consente a chi percorre l’antico itinerario di Sigerico di ottenere prezzi calmierati, sconti e condizioni vantaggiose su ospitalità e accoglienza, l’amministrazione comunale di Pietrasanta posa un altro mattone per il futuro potenziamento del tratto che passa dalla Piccola Atene sempre più nel segno di un turismo ecosostenibile, lento e culturale. Nella delibera approvata dalla giunta comunale l’amministrazione si impegna ad approvare il progetto di promozione del turismo equestre denominato “IppoVia Francigena” ed il tracciato che attraversa il territorio comunale comprensivo di un punto di sosta per i cavalli ed i cavalieri sulla direttrice Avenza – Valpromaro. “La via Francigena - spiega Alberto Stefano Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta – rappresenta uno straordinario strumento di comunicazione e promozione della nostra realtà ma anche un’esperienza incredibile per i pellegrini che attraversano territori e luoghi pieni di significato vivono il territorio con lo spirito di chi cerca il contatto con la storia, con le radici, con la fede. Il nostro compito è continuare a creare le condizioni per rendere il percorso, nel tratto di nostra competenza, ben segnalato, piacevole e sicuro. Pietrasanta, rispetto alle altre tappe, ha qualcosa in più da offrire che dobbiamo essere bravi a valorizzare e sfruttare pienamente. L’opportunità di percorrere il tracciato anche in bicicletta e a cavallo porterà sicuramente ad un aumento dei flussi sulla via Francigena. Incremento di cui beneficerà il Territorio”.

Dal 2015 ad oggi sono tante le iniziative attivare per legare la camminata all’identità del territorio di Pietrasanta. Il Comune di Pietrasanta ha aderito all’Associazione Europea delle Via Francigene oltre che siglato protocolli a livello regionale e provinciale. Tra le iniziative l’installazione di targhe in bronzo di benvenuto ed il cippo in marmo che segna i 450 km dalla tomba di San Pietro realizzato insieme agli Amici della Via Francigena l’attivazione del progetto “Francigena Wifi” per consentire ai pellegrini di connettersi lungo il percorso, la posizione nei prossimi giorni della cartellonistica dedicata alla Francigena in bicicletta che oggi non è presente ed ultimo il menu del pellegrino collegato alla sosta del pellegrino. Progetti di cui si sono occupati e sti stanno occupando i consiglieri Matteo Marcucci e Sandra Da Prato. In particolare la sosta del pellegrino prevede il coinvolgimento di bar, ristoranti, strutture ricettive attraverso la proposta di menu o colazioni tipiche, pasti e cene ma anche pernottamenti a prezzi contenuti. Gli esercizi che aderiranno all’iniziativa verranno dotati di un apposito contrassegno da apporre sulla porta di ingresso del locale e di un apposito timbro da apporre sul passaporto del pellegrino. Pietrasanta scommette (anche) sul turismo lento…