Tempo Libero: Consulta dello Sport, Alberto Frugoli (116) eletto Presidente

Stampa, 17 lug 13:58 ·
Vai a:   articolo principale       

Alberto Frugoli è il nuovo Presidente della Consulta dello Sport. Frugoli, presidente dell’associazione 116 e fondatore del Nimbus Surfing Club, associazione sportiva che gestisce dal 1993 l’omonimo stabilimento di Fiumetto, succede a Massimo Gasperini.

Molto conosciuto per le sue imprese sportive (è stato tra i 60 uomini più veloci al mondo sul windsurf per quasi un decennio, oltre ad aver partecipato a numerose edizioni dei campioni del mondo) Frugoli, 59 anni, è stato anche Presidente della Federazione Italiana Surfing (oggi Fisw). Per il mondo dello sport pietrasantino si tratta di un profilo di grande intraprendenza chiamato a migliorare il link tra sport ed associazioni, link di cui il Nimbus è un modello di riferimento, ed incentivare la pratica degli sport minori. Accolto in Municipio dal Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e dall’Assessore allo Sport, Andrea Cosci per la presa in consegna della Consulta, Frugoli ha le idee chiare sulla direzione che l’organismo di rappresentanza delle 28 associazioni del territorio che hanno fin qui aderito dovrà prendere: “Nella nostra città – spiega Frugoli – ci sono tante belle e vincenti realtà sportive che operano da anni sul territorio con grande capacità. Sport è salute, tempo libero ma anche turismo e welfare. La Consulta dovrà creare le condizioni per mettere in rete questi obiettivi rafforzando il legame con le associazioni che lavorano nel campo del sociale e delle disabilità. Lo sport è uno strumento di coinvolgimento ed inclusione sociale che accresce il senso di comunità e solidarietà. Il Nimbus, da questo punto di vista, credo possa essere fonte di ispirazione”.

La Consulta dello Sport punta molto sui giovani e sugli sport minori: “dobbiamo indirizzare i giovani a praticare lo sport senza nessun pregiudizio alcuno – prosegue Frugoli – cercando, soprattutto in età scolare, di approntarli ad esperienze diverse per aiutarli a trovare la loro strada sportiva. Pietrasanta ha per fortuna molti modelli di riferimento: penso a Nicola Vizzoni e Luca Tesconi ma anche ai campioni nostrani nelle Special Olimpics”. Frugoli è stato scelto dai presidenti delle altre associazioni che aderiscono alla Consulta con larghissima condivisione: “Puntiamo molto sulla Consulta dello Sport – spiega Cosci – che, come la Consulta del Volontariato, deve avere un ruolo centrale nello sviluppo delle politiche sportive della nostra città. Ringrazio l’amico Gasperini per l’impegno ed il tempo che ha dedicato alla Consulta. E’ uomo e professionista con tante idee e progetti. A Frugoli va il nostro in bocca al lupo. Il Nimbus, società che rappresenta, è per tutti noi un esempio”.