Abusivismo: lotta alla contraffazione, maxi sequestro di bigiotteria a Marina di Pietrasanta

Stampa, 30 lug 15:42 ·

Nuovi maxi sequestro a Marina di Pietrasanta. La Polizia Municipale del Comune di Pietrasanta mette a segno un altro blitz. Sequestrati 850 monili e 70 capi di abbigliamento contraffatti. La merce, che da lì a poco sarebbe finita tra ombrelloni e tende, era nascosta tra la vegetazione. Continua a dare risultati la strategia messa in campo dal Comune di Pietrasanta attraverso la Municipale coordinata dal Comandante, Giovanni Fiori, per contrastare l’abusivismo commerciale, l’illegalità e la vendita in spiaggia. Niente inseguimenti in spiaggia potenzialmente pericolosa sia gli agenti che i bagnanti ma una paziente attività di controllo ed intelligence sul territorio per scovare nascondigli e magazzini da dove la merce proviene.

Lo scorso anno, in appena due mesi, furono sequestrati 23mila pezzi per un valore commerciale di oltre 100mila euro. E più precisamente: 1567 sono gli articoli con marchio contraffatto sottoposti sequestro giudiziario, 1218 quelli di varia natura trovati nei nascondigli tra passi a mare ed aree demaniali. 93 sono invece i chilogrammi di bigiotteria rinvenuta. “Questa strategia sta dando ottimi frutti – spiega Andrea Cosci, Assessore alla Polizia Municipale – ed è perfettamente in linea con quanto stabilito dalla Prefettura di Lucca. E’ diventata un modello per altre realtà. Al comandante e agli agenti va il mio plauso e personale ringraziamento per l’impegno in questa attività”.