Cultura: delegazione Seul in visita a Pietrasanta, al lavoro su formazione e scambi giovani artisti

Stampa, 3 ago 12:57 ·
Vai a:   articolo principale       

La commissione educazione e formazione di Seul chiama Pietrasanta ed i suoi artigiani. Delegazione koreana in visita in Municipio con l’obiettivo di attivare una collaborazione strutturata ed organizzata in materia di formazione e scambi destinati ai giovani artisti delle scuole ed università di Seul che si stanno specializzando nell’arte e nella lavorazione dei materiali. Artigianato ed artigiani ancora al centro dell’attività dell’amministrazione comunale di Pietrasanta attraverso la regia dello Studio Marble Stagetti e di alcuni artisti che da anni lavorano a Pietrasanta. Dopo l’India, anche la Korea bussa alle porte di Pietrasanta. La delegazione arrivata in città era formata dai membri della commissione per la formazione ed educazione del Seul Metropolitan Council, Ki Chan Choi e Myeong Yeo, Cho Sangho e Hwang In Gu.

“Abbiamo stabilito un primo contatto istituzionale con la commissione che si occupa di educazione di Seul interessati ad iniziare a collaborare con la nostra città e soprattutto con i nostri laboratori ed i nostri artigiani. – spiega Alberto Stefano Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta – La volontà è quella di aprire una prospettiva nuova per le nostre città. I loro giovani e potenziali artisti guardano a Pietrasanta come la principale università mondiale dove apprendere la tecnica e creare le loro opere utilizzando il marmo ed il bronzo che sono i principali motori della nostra economia artigiana. Come per l’Università di Troy, che abbiamo incontrato nelle scorse settimane e con la quale abbiamo intrapreso un cammino di collaborazione, abbiamo mostrato e messo a disposizione gli spazi che il Comune ha in dotazione come il Centro Arti Visive che è il perno di questa attività di alta formazione e specializzazione. Ma abbiamo guidato la delegazione anche dentro i nostri laboratori a parlare con gli artigiani perché è importante che possano toccare con mano lo straordinario ed incredibile lavoro che fanno. Per la nostra città, per il nostro artigianato, è importante continuare ad alimentare le relazioni internazionali. La più potente moneta che abbiamo è quella dell’esperienza e della tradizione che solo noi, a livello internazionale, possiamo assicurare. Oggi siamo e restiamo leader in questo settore perché abbiamo investito e promosso sulle relazioni internazionali. Questo è il percorso che porteremo avanti. Le porte di Pietrasanta sono aperte”.