Arte: Philippe Delenseigne a Pietrasanta, fotogrammi artistici tra luci e ombre in mostra

Stampa, 30 ago 10:53 ·
Vai a:   articolo principale       

Giochi di luci, ombre e profonde suggestioni. L'artista francese Philippe Delenseigne protagonista a Pietrasanta con una mostra-percorso composta da sei fotogrammi artistici, per tre settimane, nella preziosa Sala delle Grasce del complesso di S. Agostino.

“Il Tempo della Luce”, questo il titolo della retrospettiva, a cura della Futura Art Gallery con il patrocinio del Comune di Pietrasanta resterà aperta al pubblico fino a domenica 15 settembre, da martedì a domenica, dalle 17.00 alle 23.00 con ingresso è libero. L'inaugurazione è in programma sabato 31 agosto alle ore 19.00 alla presenza del Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e del Senatore, Massimo Mallegni, Assessore ai Beni e alle Attività Culturali.

Le installazioni in mostra ci propongono percorso scandito da sei tappe, sei fotogrammi di una sequenza che è al contempo estetica e concettuale, composti da giochi di luci e riflessi che si generano su un oggetto investito dalla luce. Lo spettatore è portato in una dimensione quasi onirica, dove la sua attenzione non si concentra più sull’oggetto e la sua forma ma piuttosto sui suoi riflessi. Su superfici nere sono proiettati vari riflessi di sagome circolari che evocano immagini, suggestioni e ricordi legate al sorgere e al pulsare della vita, al relazionarsi e al convivere di più entità, al trasformarsi ed evolversi della realtà sotto l’azione del tempo e dell’intervento esterno. Ed è proprio dall’oscurità che si generano l’universo, le galassie e la vita stessa dei singoli individui. Le tenebre, rappresentate dal colore nero, evocano un senso di vuoto, di ignoto perfettamente controbilanciato dal suo opposto, il bianco, simbolo di luce che squarcia la tenebra. L’alternanza delle tenebre con la luce, del giorno con la notte, il susseguirsi dei cicli stagionali così come la scansione temporale delle occupazioni umane, impostano il ritmo della vita, costringendo ogni creatura, in maniera più o meno cosciente, ad avvertire il profondo legame con la dimensione temporale, il suo essere nel tempo. Delenseigne nasce a Calais nel 1971 e si avvicina all’arte da autodidatta, mostrando subito un interesse eclettico per varie tecniche e sperimentazioni: pittura, scultura e video-arte. Studio e utilizza insieme a materiali tradizionali come il marmo e il bronzo, altri meno convenzionali come le resine e le colle viniliche, con le quali l’artista crea composizioni dotate di una particolare originalità e suggestione.

Info anche su https://www.galleriafutura.com/artist/philippe-delenseigne