Impianti Sportivi: Campo Pedonese, iniziati i lavori per rifacimento manto in erba sintetica di ultima generazione

Stampa, 20 nov 14:28 ·
Vai a:   articolo principale       

Partiti i lavori per il rifacimento completo del manto in erba sintetica di ultima generazione del Campo Pedonese. Come annunciato dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti lo storico impianto di Fiumetto tornerà ad essere un punto di riferimento per il calcio giovanile e le famiglie di Pietrasanta. L’intervento costerà poco meno di 500 mila euro e consentirà al Pedonese di diventare uno dei migliori impianti della Versilia. A seguire i lavori è arrivato l’Assessore allo Sport, Andrea Cosci. “Puntiamo molto sullo sport anche in chiave turistica e fuori stagione. Lo sport deve diventare uno strumento di promozione del territorio. In due anni investiremo complessivamente 1,5 milioni di euro sugli impianti sportivi di proprietà della comunità. – ha spiegato Cosci – Nel solo 2019 abbiamo riattivato il campo delle Iare, dove stiamo installando la nuova caldaia proprio in queste ore, il Campo del Sale dove sono finalmente iniziati gli interventi per dotare l’impianto di oltre 300 metri quadrati tra spogliatoi ed uffici e siamo partiti con il Pedonese. Nel 2020 metteremo in mano al campo della Pruniccia: altri 400 mila euro per il rifacimento del manto in erba sintetica sul modello del Pedonese. Vogliamo partire anche con il Campo di Atletica: ci sono 215mila euro di finanziamenti pronti per la pista di atletica. E non dimentichiamo Regnalla a Valdicastello”.

E sul Pedonese l’assessore prosegue: “ringrazio le famiglie per la pazienza e per aver compreso che siamo di fronte ad una fase di transizione storica che metterà in condizioni i loro bambini di giocare e crescere in un impianto migliore. Lo Sporting Pietrasanta, che ha in gestione l’impianto, sta lavorando bene e vuole continuare ad investire su questa infrastruttura sportiva contribuendo alla sua centralità per la Versilia e per lo sviluppo del movimento calcistico giovanile. Vogliamo tutti la stessa cosa”.