Sicurezza: prevenzione e salvaguardia patrimonio arboreo viale Apua, amministrazione pianta 24 giovani tigli

Stampa, 26 nov 14:06 ·
Vai a:   articolo principale       

24 giovani tigli per salvaguardare il futuro del viale Apua e la sicurezza dei cittadini. E’ iniziata in questa giorni la fase 2 del piano pluriennale messo in campo dall’amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti che prevede, a fianco di “chirurgici” abbattimenti di alcune piante malate, soggette a patologie come il ganoderma, o ad elevato rischio di rottura del tronco che possono rappresentare un pericolo per la cittadinanza e le abitazioni, la piantumazione di 24 nuovi alberi. I nuovi tigli andranno in parte a sostituire le alberature abbattute nel corso degli anni a causa di cedimenti ed altre patologie.

Sono 237 gli alberi che sono presenti nelle aree pubbliche monitorati dal Comune di Pietrasanta: uno su quattro si trova proprio lungo il viale Apua. Si tratta in particolare tigli, pini e pioppi che sono stati, nel corso degli anni, attaccati da diverse specie di funghi responsabili delle carie del legno che hanno divorato la struttura interna e reso la pianta debole a tal punto da non poter evitarne il crollo. “Sicurezza dei cittadini e tutela di uno dei simboli naturali della città: sono queste le leve del nostro piano pluriennale.– spiega Francesca Bresciani, Assessore ai Lavori Pubblici – I nostri alberi diventano protagonisti sulle cronache solo quando crollano a causa di vento, pioggia o cedimenti inaspettati o rappresentano una minaccia per la sicurezza. Noi abbiamo voluto invertire questo approccio puntando sulla prevenzione e sulla tutela della collettività. Stiamo lavorando per salvaguardare il nostro patrimonio arboreo e garantire a simboli come il viale Apua e la Versiliana un futuro sempre più verde e rigoglioso. Saranno rimosse – spiega la Bresciani - anche le ciocche, triste ricordo dell’abbattimento: al loro posto pianteremo nuovi alberi. Piantumeremo un albero nuovo al posto di ogni albero malato”.