Festività: weekend tra mercatini di Natale, la festa del miele e la casa di Santa Claus

Stampa, 13 dic 14:34 ·
Vai a:   articolo principale       

A Pietrasanta weekend tra mercatini di Natale, la prima edizione di MielArt, la Festa del Miele e delle Api di Coldiretti con il mercatino degli apicoltori e laboratori per bambini in Piazza Duomo e l’apertura della Casa di Santa Claus in Piazza Crispi. Pietrasanta è davvero The Land of Christmas (il Paese di Natale).

Tutto pronto per il primo vero weekend natalizio della Piccola Atene promosso dal Comune di Pietrasanta. Tanti, tantissimi gli eventi ed i momenti che caratterizzeranno sabato 14 e domenica 15 dicembre nel centro storico tra animazione, musica e concerti. A fianco dei mercatini natalizi nel cuore della città che resteranno aperti dalle 10.30 alle 20.00 sia sabato che domenica, per le vie del centro si respira aria di festa. In Piazza Crispi arriva Babbo Natale. Dopo aver portato in tutte le classi delle scuole elementari di Pietrasanta una pallina da colorare, ora Santa Claus aspetta (dalle 16.00 in poi) i bambini nel suo chalet per aiutarlo ad addobbare il suo abete. L’iniziata è promossa in collaborazione con la Consulta del Volontariato. I bambini potranno consegnare la loro letterina direttamente nelle mani di Babbo Natale, parlare con lui, abbracciarlo, oltre che scattarsi un selfie-ricordo. La Casa di Babbo Natale resterà aperta sabato 14 e domenica 15, sabato 21, domenica 22, lunedì 23, martedì 24 dicembre dalle 17.00 in poi.

E’ già stato ribattezzato il fine settimana più dolce del Natale quello promosso da Coldiretti con la prima edizione di MielArt, la festa del miele e delle api con il mercatino degli apicoltori e tante attività agricole per i bambini. Protagonisti da sabato 14 a domenica 15 dicembre in Piazza Duomo (dalle 10.00 alle 20.00) sono il miele, con le sue tantissime varietà, dal millefiori al polline, dal propoli alla melata, dall’edera al miele di spiaggia, dal prezioso acacia al castagno, e la genuinità di una nutrita delegazione di produttori agricoli toscani. Tra le prelibatezze “outsider” la Marocca di Casola, in Lunigiana, e formaggi della Garfagnana. Ma anche la natura, la salute, l’alimentazione e la didattica per i più piccoli con tanti laboratori contadini per conoscere da vicino, e meglio, il duro ed importante lavoro delle api. Non mancano anche momenti di confronto con esperti ed avviamento fai-da-te all’attività di apicoltore. L’ingresso è libero.

Ed ancora il presepe di Michele Bertellotti nella Sala delle Grasce e l’albero Meccano nell’atrio del Municipio di Tano Pisano, la proposta delle mostre con “Erratico” di Bart Herreman e Umberto Cavenago e dei musei civici cittadini (Museo Archeologico Bruno Antonucci, Museo dei Bozzetti, Museo Casa Carducci, Museo Barsanti & Matteucci, Bozzetti in Vetrina a Palazzo Panichi) a fornire il senso di continuità tra festività ed anima artistica della città. Non manca la musica con il concerto domenica 15 dicembre alle 19.00 dell’Ensemble DiVIni Cantores nella Chiesa di S. Agostino.

Sempre sul fronte arte ma abbinata al food resterà aperta fino al 15 dicembre il contenitore di “Radici: storie, prodotti e sapori del nostro territorio” nei locali espositivi dell’ex Farmacia di Porta a Lucca promossa da Slow Food e Cro di Porta a Lucca per raccontare la nostra terra attraverso i suoi prodotti tipici e le storie di coloro che vi si dedicano attraverso incontro con i produttori, laboratori per bambini, presentazione di libri, cene a tema che scandiranno tutto il periodo di apertura al pubblico.