Tradizioni: a Pietrasanta è tempo di Carnevale, Jovanotti, Leonardo, Cuarón e Dante sfilano sui carri delle contrade

Stampa, 4 feb 14:47 ·
Vai a:   articolo principale       

Sale l'attesa per il primo corso mascherato del Carnevale Pietrasantino organizzato dal Comune di Pietrasanta. Dopo la partecipatissima Festa della Canzonetta e del Teatro Dialettale che ha incoronato Antichi Feudi per quanto riguarda lo Sprocco e Valdicastello per la Scartocciata, è tempo della spettacolare sfilata dei carri allegorici e delle divertenti mascherate delle contrade nel circuito cittadino di Piazza Matteotti, Via Provinciale Vallecchia, Viale San Francesco e Viale Marconi.

Ad aprire la sfilata sarà il carro della contrada Brancagliana con “Lo Sprocco presenta: un carnevale da Oscar” con la sagoma gigante in cartapesta del regista messicano Cuarón, Premio Oscar e cittadino onorario della Piccola Atene. Il primo corso è in programma domenica 9 febbraio con il colpo del cannone per l’avvio dalle ore 15.00. Gli altri due corsi sono in programma domenica 16 e domenica 23 febbraio con corso di recupero, in caso di pioggia, già calendarizzato al 1 marzo 2020. I biglietti possono essere acquistati (informazioni e prenotazioni anche al 0584.795246, 0584.795281) dalle 13.00 in poi presso le biglietterie allestite all’esterno del circuito di sfilata. Prezzo: ingresso 6,50 euro; gratuito per gli under 10 e over 70.

“Abbiamo sensazioni molto positive e se il tempo di assisterà sarà un’edizione da ricordare. – commenta Andrea Cosci, Assessore alle Tradizioni Popolari – C’è molto interesse e il nostro Carnevale non è più soltanto il Carnevale dei pietrasantini ma di tantissime famiglie che arrivano da tutti i comuni limitrofi per godersi un pomeriggio tranquillo e sicuro, tra coriandoli e carri mascherati. Il prezzo del biglietto è invariato, i bambini sotto i dieci anni entrano gratis, e così anche gli anziani sopra i 70 anni. Il nostro è il Carnevale delle famiglie”.

Il Carnevale sarà ospitato, in anteprima con lo scopo di promuovere al meglio le date, su NoiTv nell’ambito del programma “Rotocalco” con repliche praticamente tutti i giorni sia su NoiTv (canale 10) che su NoiTv Versilia (canale 85). E più precisamente su NoiTv giovedì 6 febbraio 2020 alle ore 19,50, venerdì 7 febbraio alle ore ore 21,45, sabato 8 febbraio alle ore 20,50 mentre su NoiTv Versilia giovedì 6 alle 22.30, venerdì 7 alle 14.00 e sabato 8 alle ore 13.00. Il filo conduttore di questa edizione è il tempo dall'avanti Cristo con “Mummia Mia” della contrada “Marina”, passando per i Vizi Capitali di “Pollino Traversagna” sullo sfondo dei canti di Dante Alighieri (ma i peccati non saranno sette ma bensì otto) passando per “Da Vinci al Carnevale” de “Il Tiglio - La Beca”, lo Steampunk, filone della letteratura fantascientifica della contrada “Africa Macelli” (titolo Steampunk e la macchina dell’allegria) per arrivare alla contemporaneità con “Jovanotti save the planet” di “Strettoia” e “All you can eat” della contrada “Valdicastello” in versione Sol Levante tra kimoni, bacchette e sushi.

Non manca, naturalmente, il solito trionfo di colori e mascherate che fanno impazzire i più piccoli con “Quattro salti nel sole” della contrada “La Corte”, “Oltre le nuvole” de “La Collina”, “Ri...Carica la fantasia” degli “Antichi Feudi”, “La pentola d'Oro” di “Pontestrada” e, per finire, “Nella tela del ragno” de “La Lanterna”. Il filo conduttore è il tempo dall'avanti Cristo con “Mummia Mia” della contrada “Marina”, passando per i Vizi Capitali di “Pollino Traversagna” sullo sfondo dei canti di Dante Alighieri (ma i peccati non saranno sette ma bensì otto) passando per “Da Vinci al Carnevale” de “Il Tiglio - La Beca”, lo Steampunk, filone della letteratura fantascientifica della contrada “Africa Macelli” (titolo Steampunk e la macchina dell’allegria) per arrivare alla contemporaneità con “Jovanotti save the planet” di “Strettoia” e “All you can eat” della contrada “Valdicastello” in versione Sol Levante tra kimoni, bacchette e sushi. Non manca, naturalmente, il solito trionfo di colori e mascherate che fanno impazzire i più piccoli con “Quattro salti nel sole” della contrada “La Corte”, “Oltre le nuvole” de “La Collina”, “Ri...Carica la fantasia” degli “Antichi Feudi”, “La pentola d'Oro” di “Pontestrada” e, per finire, “Nella tela del ragno” de “La Lanterna”.