Emergenza Sanitaria: Pietrasanta piange primi caduti della Versilia, 500 persone e 80 attività controllate

Stampa, 19 mar 15:33 ·
Vai a:   articolo principale       

Quasi 500 persone e 80 attività controllate da quando è iniziata l’emergenza sanitaria. Molti dei controlli sono ora oggetto di verifica così come le autocertificazioni presentate. A fornire il dato è stato il Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti durante l’aggiornamento ormai quotidiano alla comunità di Pietrasanta attraverso i canali social ufficiali.

“I casi, a mercoledì 18 marzo, in Versilia, sono stati 4. – ha spiegato il primo cittadino - Ma abbiamo avuto anche i primi tre decessi. A loro vanno le nostre sentite condoglianze. Sono vittime di una guerra che possiamo vincere solo restando uniti e rispettando le regole, e rispettando il prossimo. Ieri – mercoledì 18 marzo - è stata una giornata che ricorderemo per sempre. Nemmeno in Cina ci sono state tante morti come in Italia in un giorno. 475. La situazione è ancora molto complicata soprattutto nel Nord Italia. Sono giorni decisivi per capire se quanto stiamo facendo è corretto e sta producendo una inversione della tendenza dei contagi, o se dovremo fare altri sacrifici. Ecco perché è importante restare a casa se non vogliamo prolungare questa agonia”. A Pietrasanta i casi sono complessivamente 13. “Non abbiamo registrato nessuna positività per fortuna. Tre sono in ospedale. – ha ricordato - Gli altri sono a casa. Ci sono una cinquantina di cittadini in quarantena, molte delle quali in scadenza. Ricordo, a chi lo ha chiesto, di seguire il protocollo in caso di sintomatologia ed anche in presenza di tosse e raffreddore a non uscire assolutamente di casa. La Asl sta contattando tutti coloro che sono venuti in contatto con i positivi. Il tampone, lo ripeto, viene fatto solo in presenza di sintomi, di uno stretto contatto con chi è stato a contatto con positivi o proviene dalle zone a rischio. Questa è la prassi che sta adottando l’Istituto Superiore della Sanità. Comprendo – ha assicurato - la preoccupazione di parenti ed amici ma questo è il protocollo che dobbiamo seguire senza fare colpi di testa. Chiamate il medico di famiglia: sarà lui ad indirizzarvi”. Altro tema molto importante. I controlli. “Ogni giorno esco per rendermi conto di persona se le disposizioni sono rispettate. Lo farò nuovamente oggi, e domani, e così ogni giorno. Vedo molta responsabilità. I controlli ci sono. Dall’inizio dell’emergenza la nostra Municipale, che sta facendo un lavoro enorme, ha effettuato quasi 500 controlli, molti dei quali sono in verifica. Vi ricordo che c’è il penale”.

Sul sito è disponibile il nuovo modulo per l’autocertificazione insieme a tanti altri aggiornamenti. Informatevi solo da fonti ufficiali. “Rinnovo l’invito a stare a casa, uscire per lo stretto necessario, mantenere le distanze e seguire tutte le raccomandazioni. E’ importante”. Sul sito è in costante aggiornamento la sezione dedicata all’emergenza sanitaria presente nella home page alla sezione News in Evidenza. Nella sezione sono presenti le nuove disposizioni in materia di gestione dell'emergenza, il modulo per l'autocertificazione (scaricabile), l'aggiornamento in tempo reale dalla Toscana, le domande e le risposte, le fonti ufficiali, numerose grafiche da scaricare con le prescrizioni e le raccomandazioni.