Mare: argini fragili foce Motrone-Fiumetto, comune in pressing su Regione Toscana anche per consentire spianatura e manutenzioni

Stampa, 4 apr 12:15 ·
Vai a:   articolo principale       

Il Comune di Pietrasanta in pressing sulla Regione Toscana per di riparare i palancolati danneggiati al fine di consolidare le sponde della foce del fosso Fiumetto e Motrone. L’intervento sarebbe coordinato dall’associazione dei balneari Consorzio Mare Versilia e dal Comune di Pietrasanta. Il sopralluogo alle due foci effettato insieme alla Capitaneria di Porto e balneari risale allo scorso 2 marzo.

L’amministrazione chiede alla Regione Toscana di accelerare e consentire ai balneari di intervenire. L’acqua diretta al mare ha nel tempo danneggiato gli argini alla foce creando delle vere e proprie insenature naturali che i balneari hanno contrastato con misure temporanee. Fenomeno analogo anche alla Foce Fiumetto dove gli argini della bocca della foce hanno ceduto. Nel frattempo prosegue sul litorale anche la rimozione del lavarone lasciato in questi mesi dalle numerose e straordinarie mareggiate. L’intervento è eseguito da Ersu Spa. “Anche se la prospettiva ad oggi è incerta – spiega il primo cittadino – vogliamo essere pronti a ripartire subito e mettere in condizioni le imprese di riprendere l’attività l’indomani. Non possiamo permetterci di perdere altro tempo”.

E per evitare rincorse e ritardi l’amministrazione di Pietrasanta chiede alla Regione Toscana di poter concedere una deroga speciale ai concessionari per eseguire i lavori di manutenzione e la spianatura della spiaggia nel rispetto di tutte le precauzioni e la sicurezza. “La spianatura – spiega il sindaco – è eseguita con mezzi meccanici autorizzati che hanno cabine chiuse, e quindi assolutamente sicuri, mentre la deroga dovrebbe essere concessa almeno al concessionario e al bagnino così da consentirgli di preparare la struttura per la riapertura. Tutto questo dovrà avvenire nel rispetto delle raccomandazioni e della responsabilità individuale”.