Pensioni: le pensioni di maggio in pagamento dal 27 aprile, a Pietrasanta quattro uffici aperti e ritiro in base al cognome

Stampa, 24 apr 15:01 ·
Vai a:   articolo principale       

Le pensioni saranno erogate in anticipo dal 27 aprile al 2 maggio. Lo ha comunicato Poste Italiane che, nel rispetto delle normative in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, amplierà la rete e gli orari degli uffici postali aperti al pubblico nel Comune di Pietrasanta. Una buona notizia per tanti pensionati pietrasantini che per ritirare la pensione dovranno rispettare, così come avvenuto già nel mese di aprile, una misura di programmazione dell’accesso agli sportelli. Si entrerà sulla base della prima lettera del cognome. Una metodologia che ha consentito, già nel mese di marzo, di gestire il distanziamento sociale con ordine e senza problematiche particolari. Il ritiro avverrà nei casi degli uffici di Tonfano, Centro Storico, e Vallecchia su cinque giorni: dalla A alla B lunedì 27 aprile, dalla C alla D martedì 28 aprile, dalla E alla K mercoledì 29 aprile, dalla L alla P giovedì 30 aprile e dalla Q alla Z sabato 2 maggio mentre all’ufficio di via Bernini all’Africa su due giorni e più precisamente dalla A alla K il 29 aprile e dalla L alla Z il 2 maggio.

Quattro gli uffici postali aperti a Pietrasanta aperti. E più precisamente: via Gaetano Doninzetti a Tonfano sarà aperto il 27, 28, 29, 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35 ed il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35; Piazza della Repubblica (centro storico) sarà aperto il 27, 28, 29, 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35 ed il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35 e via Provincia SNC (Vallecchia) sarà aperto il 27, 28, 29, 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35 ed il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35, via Gian Lorenzo Bernini (Africa) sarà aperto il 29 Aprile dalle 8.20 alle 13.35 ed il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35

Il Comune di Pietrasanta ricorda anche la convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il paese di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, potranno richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della stessa pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli Uffici postali.

La lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e relative informazioni sulle giornate di apertura saranno disponibili anche sul sito aziendale www.poste.it e al numero verde 800.00.33.22.