Emergenza Sanitaria: una commissione speciale Covid 19, studierà misure per imprese e famiglie

Stampa, 1 mag 09:49 ·
Vai a:   articolo principale       

Il Comune di Pietrasanta costituirà una commissione speciale Covid-19 per costruire e programmare una serie di misure incisive per imprese e famiglie. La commissione sarà costituita nell’ambito della commissione bilancio presieduta da Matteo Marcucci e a cui parteciperanno tutti i capo gruppo in consiglio comunale oltre ai dirigenti e funzionari degli uffici interessati e naturalmente il Sindaco. Lo ha deciso il consiglio comunale nell’ultima seduta che si è tenuta mercoledì 29 aprile in video conferenza. Tutti concordi i gruppi consiliari sia di maggioranza che minoranza sulla necessità di lavorare uniti per dare risposte vere e concrete alle imprese e alle famiglie e far fronte a quella che è già una crisi economia e sociale senza precedenti. Come anticipato anche nelle scorse settimane sono state spostate a settembre tutte le principali scadenze per le imprese di competenza comunale come la Tari e la Cosap ed è già accantonato 1 milione di euro, frutto dell’ottima gestione del bilancio e dell’azzeramento a tempo record del disavanzo comunale. Una volontà, quella dell’amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti, di lavorare insieme che era già stata manifestata negli scorsi giorni. Sul tavolo del primo cittadino erano già arrivati diversi contributi e proposte da parte del gruppi consiliari. “La priorità era spostare tutte le scadenze – ha spiegato il sindaco Giovannetti – per dare respiro alle imprese e per consentirci, anche alla luce delle iniziative e delle risorse che metterà in campo il Governo, di agire con maggiore incisività quando tutti noi avremo il quadro più chiaro. Quadro che al momento è ancora molto confuso. I conti del nostro bilancio sono in ordine e questo ci consente una capacità di movimento che per altri enti oggi è impossibile. Faremo tutto quello che è possibile fare per imprese, lavoratori, famiglie. La commissione – spiega Giovannetti – sarà la cabina di regia all’interno del quale discutere, proporre e costruire, nel rispetto degli obiettivi che ci siamo dati per aiutare le imprese e le famiglie. Questo deve essere un lavoro senza bandiere e soprattutto un lavoro che deve dimostrare ai nostri concittadini la maturità della politica locale. Lo spero davvero. Ringrazio tutti i gruppi del nostro consiglio comunale per aver sostenuto, anche con un voto convinto, questo percorso che sono consapevole non essere facile. Ma la ragione per cui siamo qui è molto più importante delle singole motivazioni. La città ha bisogno, oggi più che mai, di poter contare sulla coesione e collaborazione del corpo consiliare che è espressione diretta dei cittadini”.