Emergenza Sanitaria: riunita la commissione speciale Covid, sul tavolo tutte le proposte dei gruppi consiliari

Stampa, 6 mag 14:08 ·
Vai a:   articolo principale       

Tante proposte in discussione sul tavolo della commissione speciale Covid-19 di Pietrasanta. Sono state presentate in occasione dell’incontro in videoconferenza della commissione speciale le proposte di tutti i gruppi consiliari in materia di sostegno alle imprese e alle famiglie della città. La commissione, nata dalla volontà bipartisan del consiglio comunale, è formata oltre che dai membri della commissione bilancio presieduta da Matteo Marcucci, dai capi gruppo dei gruppi consiliari e dai tecnici comunali. Alla commissione hanno partecipato Stefano Filiè (Assessore al Bilancio) e Senatore Massimo Mallegni (Assessore Turismo e Cultura), Irene Nardini (Forza Italia), Antonio Tognini (Lega), Ettore Neri (Pd), Nicola Conti (Pd), Daniele Mazzoni (SiAmo Pietrasanta), Nicola Briganti (Movimento 5 Stelle), Giulio Battaglini (Gruppo Misto) ed i tecnici Marco Cannata (Dirigente Servizi Finanziari) e Marco Pelliccia (Funzionario Tributi).

“Il primo incontro – spiega Marcucci- ci ha permesso di presentare, conoscere e raccogliere tutte le proposte dei gruppi consiliari. E’ un primo passo necessario in vista del nuovo decreto del Governo che ci permetterà di capire all’interno di quale perimetro gli enti comunali potranno muoversi e quindi come agire e con quali risorse poterlo fare. Vogliamo farci trovare pronti. L’amministrazione, con voto del consiglio comunale, ha posticipato le scadenze di Tari e Cosap alle imprese a settembre: e questo è un primo elemento importante. Abbiamo tolto un po’ di pressione sulle spalle delle imprese e delle famiglie che già ne hanno tantissima. L’obiettivo condiviso della commissione, e ringrazio per la disponibilità tutti i rappresentanti, è quella di confezionare un pacchetto di misure e proposte da proporre come atto di indirizzo alla giunta comunale. Non saranno le proposte di un singolo gruppo o partito, ma di tutto il consiglio comunale”.

Il lavoro della commissione sarà quello di “sintesi concreta”: “Non entro nel merito tecnico delle proposte che sono state prodotte con lo spirito del sostegno e cercando di dare risposte alle tante difficoltà che il tessuto comunitario sta vivendo. Citarne alcune non renderebbe merito a tutte le altre. E’ stato fatto un lavoro importante dai singoli gruppi. – spiega Marcucci – A tutti noi interessa fare tutto quello che è possibile per aiutare le imprese e le famiglie in questo momento molto difficile sia dal punto di vista economico che sociale. Ci siamo dati una metodologia e tempi per procedere. Gli uffici tecnici si sono già messi a lavoro per capire, in attesa del decreto, cosa possiamo già attualizzare e confezionare. La buona salute del bilancio comunale – conclude - ci permette una certa manovrabilità. La commissione tornerà a riunirsi non appena l’ufficio avrà analizzato e convertito in azioni pratiche le proposte dei gruppi. Il comune, e questo sia chiaro, non potrà sostituirsi al Governo centrale”.