L'elenco verrà aggiornato via via all'arrivo di nuove circolari interpretative dei vari ministeri (e in base alle ordinanze della Regione Toscana)


Vedi anche le FAQ della Regioen Toscana

Si può fare?

  • spostarsi, solo con autocertificazione (se non la hai, te la danno i controllori quando ti fermano);
  • nella propria Regione, spostarsi solo per motivi di necessità, assoluta urgenza, salute o lavoro;
  • andare a trovare i nonni, gli zii, i cugini, i congiunti mantenendo le distanze di 1,80 m. e indossando mascherine, senza creare assembramenti;
  • andare a trovare i conviventi “stabili”, i parenti, gli affini e le persone con cui abbiamo relazioni stabili entro i confini regionali;
  • previa comunicazione al Prefetto, fare manutenzioni ordinarie o conservative ai luoghi di attività sospese;
  • andare a fare corsa sportiva, a piedi o in bici e da soli, tenendo distanza di 2 m., anche fuori dai confini del Comune;
  • fare attività sportiva da soli,  partendo da casa e tornando a casa senza fermarsi né passare a prendere amici da casa loro, rientrando in giornata all’abitazione abituale;
  • per un genitore, prendere i figli e uscire per una passeggiata o in bici (un accompagnatore + minore/non autosufficiente);
  • prendere la macchina e, da soli, raggiungere la montagna per fare, da soli, attività sportiva, rientrando in giornata all’abitazione abituale;
  • prendere la macchina e, da soli, raggiungere il mare per andare a fare, da soli, attività sportiva di surf, rientrando in giornata all’abitazione abituale;
  • ordinare cibi e bevande e farseli portare a domicilio;
  • prenotare un take-away, recarsi sul luogo rispettando distanza di 1,80 m., non consumando sul luogo e nemmeno stando fuori nelle vicinanze;
  • andare a fare, da soli, attività sportiva di corsa sul mare anche in un altro Comune, rientrando in giornata all’abitazione abituale;
  • fare attività motoria (tipo, passeggiata di un genitore con un figlio) sul mare, senza arrivarci con auto;
  • andare a fare la spesa fuori dai confini del Comune, ma non fuori dai confini provinciali;
  • prendere un taxi o un mezzo pubblico per spostamenti autocertificati, unicamente indossando la mascherina;
  • andare al funerale se invitati dalla famiglia;
  • salire in auto con i componenti del proprio nucleo familiare;
  • uscire con il cane o con il cavallo, rientrando in giornata all’abitazione abituale;
  • uscire a cavallo per fare attività sportiva nei confini regionali;
  • andare da un professionista (avvocato, fisioterapista, commercialista, consulente) previo appuntamento;
  • uscire dalla Regione solo per fare ritorno alla propria residenza, per motivi di salute, lavoro o di assoluta urgenza;
  • da genitore separato, fare visita al figlio presso l’altro genitore;
  • da genitore separato, andare a prendere il figlio per portarlo a casa propria, in adempimento alle regole di affidamento;
  • recarsi individualmente all’oliveto o all’orto, all'interno del territorio regionale per attività di agricoltura amatoriale e selvicoltura libera su terreni di proprietà con obbligo di ritorno in giornata al proprio domicilio/residenza e limitatamente alle attività necessarie e indifferibili;
  • recarsi in chiesa, da soli, per pregare, ricevere Eucarestia o confessarsi;
  • spostarsi nella propria auto da soli senza indossare la mascherina, pur avendola con se e indossandola in caso di controlli;
  • portare coniuge o altro convivente sotto lo stesso tetto a fare la spesa, aspettandolo in auto quando avrà finito;
  • non mettere mascherine a bambini con meno di 6 anni;
  • prendere l’imbarcazione per attività, massimo in due persone, rientrando in giornata all’abitazione abituale;
  • portare il cane al negozio di toilette;
  • andare a pesca, con tutte le autorizzazioni e concessioni necessarie (i centri di pesca sportiva restano chiusi).

Non si può fare

  • organizzare compleanni, anniversari, ricorrenze familiari invitando parenti e affini;
  • andare a trovare amici;
  • fare attività sportive in gruppo;
  • andare all’appuntamento fissato con la persona conosciuta in chat;
  • andare dai parenti per trascorrere un weekend o un periodo di festività;
  • organizzare cene con i parenti o gli amici;
  • prendere gli amici e andare in bici o a piedi, per attività sportive o motorie;
  • prendere la macchina e andare a fare camminata o pedalata partendo da un luogo diverso da casa;
  • raggiungere in qualsiasi modo la seconda casa a mare, in collina o sui monti, salvo per necessità di assoluta urgenza (guasti a impianti, furti, ecc.) che non prevedano alcun soggiorno;
  • andare a prendere un gelato da asporto e fermarsi a mangiarlo su una panchina in piazza;
  • recarsi nei luoghi dove si rischia di trovare affollamento;
  • andare nelle aree giochi pubbliche;
  • gettare guanti e mascherine per strada, né bruciarli;
  • uscire se si ha temperatura da 37,5°C; - uscire se si è positivi al COVID19;
  • andare in altra Regione per andare a prendere oggetti;
  • andare in altra Regione per incontrare congiunti; - uscire se si è in quarantena o se si è oggetto di accertamenti sanitari per COVID19;
  • andare in spiaggia e stendersi al sole - è attività ricreativa non consentita; 
  • andare a cercare funghi - è attività ricreativa non consentita;
  • stare in un parco o in luogo dove ci sono già altre persone;
  • andare in visita al cimitero senza rispettare le regole comunali, senza indossare la mascherina e senza rispettare distanza interpersonale di 1,80 m.;
  • andare in luoghi chiusi senza indossare la mascherina;
  • andare in luoghi aperti senza mascherina quando non si rispetta la distanza di 1,80 m. da altri;
  • affittare abitazioni private a fini turistici;
  • per nessuna ragione, riaprire le attività che sono ancora sospese;
  • fare attività sportiva o motoria senza la mascherina e senza indossarla quando si incrociano le persone sul tragitto;
  • mettere la mascherina coprendo solo la bocca, perché va coperto SEMPRE anche il naso.

Per ogni ulteriore domanda consultate: http://www.governo.it/it/faq-fasedue