Pietrasanta e il Carnevale, una storia che ha inizio agli albori del secolo scorso


Vince il drago della Lanterna nella sfida per il miglior carro allegorico, mentre la regina Elisabetta e i suoi cloni da Strettoia conquistano il primato tra le mascherate.

Un successo strepitoso. Il Carnevale Pietrasantino 2017 è il secondo nella storia per numero di biglietti venduti: 8.755 contro i 9.376 del 2006; record assoluto in termini d’incassi con 56.907,50 euro. Con 16mila presenze in piazza (tra paganti e non) nell’arco di tre giornate, la kermesse ha registrato una partecipazione eccezionale delle contrade, che hanno garantito la presenza fissa al corso di oltre mille figuranti in maschera.

Un risultato festeggiato dal Sindaco, Massimo Mallegni, che si è presentato in tribuna vestito da Napoleone, accompagnato dal Vice, Daniele Mazzoni nei panni di un generale del 1800 e dall’assessore alle Tradizioni Popolari, Lora Santini che, in costume da clown, ha presentato tutti i corsi.

 

“La maggior soddisfazione – ha detto in chiusura il Sindaco, Mallegni – è stata ricevere i complimenti della presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio, che si è congratulata per la riuscita di questa manifestazione. Il nostro è un Carnevale dei coriandoli, delle famiglie e della sicurezza. Se funziona così bene lo dobbiamo a questa dimensione, che non vogliamo cambiare”.

Un’edizione a vocazione internazionale, con la delegazione di Villeparisis e il sindaco Hervè Touguet in giuria per l’assegnazione di un premio speciale. Gli amici francesi, dopo un’accesa discussione, hanno premiato la contrada del Pollino Traversagna per il carro allegorico (il gambero killer che simboleggia la legge del taglione) e come mascherata i giullari della Lanterna.

“Una buona idea – ha detto l’assessore Santini – per far conoscere anche all’estero il nostro Carnevale che, come ha dimostrato quest’edizione, merita davvero. Un grande plauso alle contrade per lo straordinario impegno profuso per la realizzazione dell’evento”.

Presenti anche la presidente del Comitato Gemellaggi, Daniela Zalcetti e i consiglieri comunali Matteo Marcucci e Daniele Taccola.

La macchina della sicurezza ha funzionato alla perfezione, con un pronto intervento in apertura per soccorrere un diciottenne di nazionalità cinese, precipitato dal muro di cinta di piazza Matteotti. Il giovane, sotto gli effetti dell’alcol, ha riportato solo qualche frattura, nonostante il volo di cinque metri. Sedato tempestivamente anche un tafferuglio, scoppiato tra un gruppo di senegalesi e un giovane di Pietrasanta in via Provinciale Vallecchia. Massima prontezza anche per un anziano colto da malore, subito recuperato dall’ambulanza e portato al pronto soccorso. Un bambino della contrada Antichi Feudi si era smarrito ed è stato ritrovato in pochi minuti, dopo l’allarme lanciato ai microfoni dal sindaco Mallegni, che era stato raggiunto in tribuna dalla mamma del piccolo.

“Siamo riusciti ad assicurare un Carnevale a dimensione di famiglia – ha detto l’assessore alla Polizia Municipale, Andrea Cosci – e il merito è delle forze dell’ordine ma soprattutto dei vigli urbani, che hanno fatto un grandissimo lavoro. La presenza di nove agenti all’interno corso ha assicurato controlli efficaci per una manifestazione di allegria e divertimento, senza inconvenienti di alcun tipo. Anche bandire le bombolette spray è stata una scelta indovinata per evitare problemi”.

Il Carnevale dei Piccoli si svolgerà in piazza Matteotti il 28 febbraio, martedì grasso, dalle ore 15.00.


L'elenco dei carri 2017:

  • “Africello vola verso il Carnevale” (Africa - Macelli)
  • “E’ arrivato il burattinaio” (Antichi Feudi)
  • “Il Gargacarro” (Brancagliana)
  • “Frozen, Carnevale di ghiacchio” (La Collina)
  • “Il mondo e una giostra a colori” (La Corte)
  • “Per un tesoro assai speciale sfida il drago a Carnevale” (La Lanterna)
  • “Esmeralda, regina dei Gitani” (Marina)
  • “La legge del taglione” (Pollino Traversagna)
  • “Euro, ha fregato anche Pinocchio” (Pontestrada)
  • “Strettoia Kingdom” (Strettoia)
  • “Pale impazzite in un’esplosione di colori” (Valdicastello),
  • fuori concorso “Le mille e una Beca” (Il Tiglio/La Beca).

Le mascherate:

  • “In volo verso il Carnevale” (Africa Macelli)
  • “E’ arrivato il burattinaio” (Antichi Feudi)
  • "I Brancapuffi" (Brancagliana)
  • “Le mille e una Beca” (Il Tiglio/La Beca)
  • “Frozen, Carnevale di ghiaccio” (La Collina)
  • “Il mondo e una giostra a colori” (La Corte)
  • “Pietrasanta col giullare è arrivato il Carnevale” (La Lanterna)
  • “Anime gitane” (Marina)
  • “Maschere in festa” (Pollino Traversagna”)
  • “Full Ponty” (Pontestrada)
  • “Strexit? United Kingdom of Strettoia” (Strettoia)
  • “Mattoncini impazziti” (Valdicastello)