D.Lgs 472/1997 art 13 - cosi come modificato dal D.lgs. 158/2015 e art. 1, c. 133, L. 208/2015

 

Modello

 

Tabella Riassuntiva sanzioni nuovo ravvedimento operoso (dal 1° febbraio 2016)
ViolazioneTermine per la regolarizzazioneSanzione applicabile dal 1° febbraio 2016

Versamento
art. 13 comma 1 let. a) e let. b)


ritardato

parziale

omesso

di un qualsiasi tributo

"Sprint"
dal 1° al 14° giorno

0,10%
per ciascun giorno di ritardo

"Breve"
dal 15° al 30° gg

1,50%fisso

"Medio"
dal 31° al 90° gg

1,67% fisso

"Lungo"
Entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale la violazione è stata commessa.
Entro un anno dall'omissione o dall'errore, quando non è prevista dichiarazione periodica.
sione o dall'errore, quando non è prevista dichiarazione periodica.

3,75%fisso

Omessa presentazione della Dichiarazione
art. 13 comma 1 lett. c)

Entro 90 giorni dalla data stabilita per la presentazione

Sanzione ridotta a 1/10 del minimo

pari al 10%

 

 

Interessi legali
Il tasso degli interessi legali di cui all'art. 1284 del codice civile è fissata allo 0,5% in ragione d'anno, per l'anno 2015, e allo 0,2% per l'anno 2016.

 

Accertamento con adesione (entro il termine per ricorrere alla C.T.P)
Ridotti a 1/3 della sanzione base :

  • Omesso 33,33 %
  • Infedele 16,66 %



L'importo delle sanzioni e degli interessi va aggiunto all'imposta da versare.

Esempio:

Se il contribuente paga con un ritardo di 22 giorni dalla scadenza dovuta e l'importo da pagare era pari ad € 120,00, il calcolo da effettuare è il seguente:
- € 120,00 a titolo di imposta
- € 1,80 a titolo di sanzione (€ 120,00 x 1,5 %)
- € 0,01 a titolo di interessi legali dovuti per 22 giorni di ritardo
(€ 120 x 0,2 x 22)/36.500)