La lavorazione artistica del marmo

Turismo, ult. agg. 01.06.16 -
Vai a:   articolo principale       

In Versilia la produzione e la lavorazione del marmo hanno origini antiche, alternando nei secoli periodi di grande sviluppo a periodi di totale decadenza.
Si ricorda, ad esempio, che a Pietrasanta, nel 1518, Michelangelo stipulò contratti per i marmi di cui aveva curato l'estrazione sulle Alpi Apuane.
Alla decadenza registrata nei secoli XVII e XVIII seguì l'ultima definitiva ripresa dopo la Restaurazione.
Ed è proprio nel corso dell'Ottocento che si è particolarmente sviluppata l'attività dei laboratori artigianali legata allo sfruttamento dei giacimenti marmiferi.
Al 1843 risale l'istituzione a Pietrasanta di una scuola per l'insegnamento della lavorazione artistica del marmo (oggi Istituto d'Arte "Stagio Stagi").
La grande maestria e sensibilità degli artigiani locali, il loro eccezionale talento, hanno fatto sì che la Versilia non si limitasse all'estrazione ed esportazione di marmo grezzo, ma divenisse luogo di produzione di opere di scultura compiute. E pur modificando nel tempo, con l'acquisizione delle innovazioni tecnologiche, le modalità di esecuzione del lavoro, la sostanza dell'intervento manuale è rimasta inalterata, costituendo ancora oggi elemento indispensabile per una perfetta e completa realizzazione delle opere.

Oltre alla collaborazione con gli artisti per la realizzazione di opere d'arte contemporanea  (settore sviluppatosi soprattutto a partire dagli anni sessanta), l'attività degli artigiani del marmo è rivolta anche all'esecuzione di copie di sculture classiche, alla produzione religiosa e cimiteriale, all'intarsio ed all'ornato, al design.

Accanto ai laboratori artigianali del marmo, un ruolo importante è ricoperto dalle fonderie artistiche (la più antica risale al 1885), sorte come diretta conseguenza dell'espandersi della lavorazione del marmo e dedicate soprattutto alla realizzazione di opere d'arte contemporanea.

Si ricordano, infine, i laboratori che si dedicano alla realizzazione di mosaici e di opere in terracotta e ceramica.

Entrare in un laboratorio di scultura, di mosaico, di stamperia o in una fonderia, è sempre una grande emozione. Le mani dell’artigiano infondono vita alla pietra, al bronzo, al ferro o alla creta, alle tessere di vetro o di marmo.
Gli Artigiani di Pietrasanta, dal marmo al bronzo, dal mosaico alla ceramica , senza dimenticare il ferro o la stamperia, formano un nucleo compatto eppure eterogeneo, una squadra di molteplici persone  e personalità, che, come in un dipinto, esprimono ogni sfumatura di colore, in modo da garantire l’assoluta superiorità del risultato finale. 
Nel proprio settore l’artigiano è capace di portare a termine tutti i passaggi per poi specializzarsi in uno in particolare, ma è proprio  grazie a questa straordinaria abilità che riesce a far funzionare la “squadra di bottega”. 
Non è un caso se artisti di fama internazionale vivono e lavorano a Pietrasanta, fianco a fianco con gli artigiani…….

Proprio a Pietrasanta è nata un importante Associazione di artigiani “ ARTIGIANART  PIETRASANTA” che conta, oggi, oltre 40 aziende, nata con l’ intento di promuovere, conservare ed incrementare questo tessuto produttivo prezioso e dalle caratteristiche uniche.