Rilascio licenza per la pesca dilettantistica in acque dolci

Vai a:   articolo principale       

A seguito dell’entrata in vigore del Regolamento di attuazione della Legge Regionale 3 gennaio 2005, n. 54/r (Gestione delle risorse ittiche e regolamentazione della pesca nelle acque interne), il Comune non rilascia più il libretto - licenza di pesca. Per esercitare la pesca dilettantistica occorre esclusivamente effettuare il versamento degli importi richiesti su conto corrente postale n° 26730507 intestato a “Regione Toscana, tesoreria regionale, tassa per l’esercizio della pesca”. Sul bollettino devono essere riportati in modo leggibile e indelebile i dati anagrafici del titolare. Per il legittimo esercizio della pesca il titolare dovrà risultare munito, unitamente al bollettino di versamento, di un documento di identità da esibire ad eventuali richieste degli agenti. Sono previsti due tipi di licenza: il primo di durata annuale e del costo di € 35,00, il secondo di durata quindicinale e del costo di € 10,00. Entrambi autorizzano la pesca con canna, anche munita di mulinello, con la tirlindana, la mazzacchera e la bilancia.

Un terzo tipo di licenza, valevole per una giornata e del costo di € 1,00 è riservato a chi, iscritto a gare o manifestazioni sportive, non sia in possesso di licenza. Le licenze in corso di validità alla data di entrata in vigore della l.r. 7/2005 rimangono valide fino alla scadenza annuale.