Anno 2017/2016

L'imposta municipale sugli immobili (IMU) non ha subito variazioni rispetto all'anno 2015, sono pertanto confermati il Regolamento IMU e le aliquote.

Con la Legge di Stabilità 2016, l'abitazione principale è esclusa dal pagamento dell'IMU (ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A1, A8 e A9).

Si evidenzia che la stessa Legge di Stabilità 2016 disciplina il comodato nel modo seguente: «0a) per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; ai fini dell'applicazione delle disposizioni della presente lettera, il soggetto passivo attesta il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione di cui all'articolo 9, comma 6, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23»;

Modalità di pagamento

I versamenti dell'imposta municipale propria (IMU), e dei relativi interessi e sanzioni, devono essere eseguiti esclusivamente utilizzando il modello di pagamento F24 approvato dall'Agenzia delle Entrate in data 12/4/2012, presso uffici postali o bancari, o tramite home-banking.

Scadenze: 16 giugno (acconto) e 16 dicembre (saldo) di ogni anno.  

Codice catastale Comune di Pietrasanta: G628

Codici tributo 

  • 3912: abitazione principale e relative pertinenze (esclusivamente cat. A/1, A/8 e A/9)
  • 3916: aree fabbricabili
  • 3918: altri fabbricati - escluse categorie catastali
  • D 3925: immobili gruppo catastale D – Stato
  • 3930: immobili gruppo catastale D – Comune
  • 3914: terreni

 


 

Per gli immobili classificati nella categoria catastale D, l'articolo 1, comma 380, lettera f, Legge n° 228/2012, ha disposto che è riservata allo Stato l'imposta calcolata con aliquota del 0.76 per cento, mentre al Comune è riservata la differenza d'imposta calcolata applicando l'aliquota (0,3 per cento)

 

Aliquote 2014 - 2015 - 2016 - 2017

Delibera Consiglio Comunale n. 21 del 29 giugno 2013
(consultabile all'Albo on line)

0

Abitazione principale e relative pertinenze

0,6

Abitazione principale e relative pertinenze appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9

0,76

Unità immobiliari abitative e relative pertinenze, locate con contratto registrato a soggetti che le utilizzino come abitazione principale, stipulato in base agli accordi ex art. 2, comma 3, della legge 431/1998

0,86

Unità immobiliari abitative, e relative pertinenze, concesse in uso gratuito dal possessore ai propri parenti in linea retta di primo grado (figli e genitori) che le utilizzino come abitazione principale. Questa agevolazione può essere applicata ad una sola unità immobiliare.

1,06

Tutti gli altri immobili non compresi nelle fattispecie precedenti

 

Calcolo base imponibile - FABBRICATI

Rendita x 5% (rivalutazione) x Moltiplicatore

 

Anno 2014 - 2015 - 2016
TipologiaCategoria catastaleMoltiplicatore
Abitazioni A 160
Uffici privati A/10 80
Magazzini e locali di deposito C/2 160
Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse C/6 160
Tettoie chiuse o aperte C/7 160
Laboratori per arti e mestieri C/3 140
Fabbricati e locali per esercizi sportivi C/4 140
Negozi e botteghe C/1 55
Opifici D/1 65
Alberghi e pensioni D/2 65
Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli D/3 65
Case di cura e ospedali D/4 65
Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un'attività industriale D/7 65
Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un'attività commerciale D/8 65
Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole D/10 65
Istituti di credito, cambio e assicurazione D/5 80

 


 

Calcolo Base imponibile - Terreni

 

Proprietario di terreno (NON coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale)

  • Valore:  Reddito Dominicale  x 25% (rivalutazione) x 135 (moltiplicatore)
  • Imposta da versare:  Valore x 1, 06% (aliquota) 

 

Coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale 

 Esenti dall'anno 2016 (Legge di Stabilità 2016)

 


 

Calcolo Base Imponibile - Aree fabbricabili - Delibera n. 134 del 29/05/2015

Superficie fondiaria x valore €/mq (vedi tab. nn. 1 e 2)

 

Calcola Imposta 

 

Abitativo - non abitativo

 Le Aree Omogenee (Allegato n. 1 all'interno della relazione) sono le seguenti:

  1. Litoranea: zona che comprende tutto il parco de “La Versiliana” da Via Nizza, confine con Forte dei Marmi, Via Sette Ponti, fino ad intercettare il Viale Apua, fino alla intersezione con Via Carducci, Via Carducci, Viale Versilia fino all’intersezione con Via Tolmino, scende lungo il Viale Roma in direzione sud fino all’incrocio con Via della Libertà e risalire verso est fino al crocevia con Via Tripoli, continuando fino a Via Astoria (confine con il Comune di Camaiore);
  2. Marina: zona delimitata, a mare, dalla area Litoranea, e a monte, dalla Via Unità d'Italia e Via Aurelia fino a Via Astoria, al confine co il Comune di Camaiore;
  3. Piana: zona delimitata, a mare dalla area Marina e, cioé, dalla Via Unità d'Italia, mentre a monte, a delimitazione dell'area Centro e area Collina;
  4. Centro: zona compresa dei fogli catastali n. 16 e n. 17;
  5. Collina: zona compresa nei fogli catastali nn. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 9, 10, 11, 12, 19, 20 e 21;
  6. Strettoia: zona compresa nei fogli catastali nn. 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52 e 53.

 

1) Moltiplicatore Quando l’indice di costruzione (Ie) (determinato dal rapporto tra la superficie fondiaria e la superficie costruibile) è uguale/maggiore di 0,20 e minore/uguale a 0,29, al valore indicato in tabella si applica un moltiplicatore di 1,00, e così come segue:

AbitativoNon abitativo
Ie fino a 0,19 M 0,80 (moltiplicatore    
Ie da 0,20 a 29 M 1,00 Ie fino a 0,20 M 0,80
Ie da 0,30 a 0,50 M 1,20 Ie da 0,21 a 0,50 M 1,00
Ie da 0,51 a 0,80 M 1,30 Ie da 0,51 a 0,80 M 1,30
Ie da 0,81 a 1,00 M 1,40    
Ie maggiore di 1,00 M 2,00    

 

2) Abbattimenti

Ai valori €/mq riportati in tabella sono riconosciuti (applicati) abbattimenti seguenti:

Strumento di pianificazione urbanistica:
R.U. adottato: 50%
UTOE: 85%
Aree economiche depresse: 85%

Servitù – Vincoli *):
Elettrodotto, metanodotto, ecc.
Idrogeologico

*) Le aree soggette a servitù e vincoli conformativi, periodici e/o temporanei verranno valutati previa presentazione all’Ufficio di idonea documentazione che definirà la relativa percentuale di abbattimento.

 

3) Anno di riferimento: i valori delle aree fabbricabili per gli anni 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 sono da ritenersi, come già sopra detto, gli stessi di quelli stabiliti per l’anno corrente 2015 in quanto sono stati anni in cui i valori di base (OMI) a supporto del valore di riferimento che è stato determinato, non hanno subito variazioni significative e, comunque, tali da indurre a stabilire valori diversi.

     



    Relazione


     

     

     

    Tabella 1

    AREE FABBRICABILI —>valore venale in comune commercio (art. 5 comma 5, d. Lgs. 50411992)

    Descrizione

    A/7, A/1, A/8, A/9

    LITORANEA

    MARINA

    PIANA

    CENTRO

    COLLINA

    STRETTOIA

    ABITATIVO

    Lotti liberi

    450

    380

    340

    380

    300

    280

    Lotti liberi con cessione 00.PP.* 5%

    427

    361

    323

    361

    285

    266

    Lotti convenzionati (sociale)` 5%

    427

    361

    323

    361

    285

    266

     

    Altre cat. A (tranne A/10)

    LITORANEA

    MARINA

    PIANA

    CENTRO

    COLLINA

    STRETTOIA

    ABITATIVO

    Lotti liberi

    410

    340

    310

    340

    270

    250

    Lotti liberi con cessione 00.PP.* 5%

    389

    323

    294

    323

    256

    237

    Lotti convenzionati (sociale)* 5%

    389

    323

    294

    323

    256

    237

    Aree di nuovo impianto*

    Convenzionate 8%

    377

    313

    285

    312

    248

    230

    Sociale2 5%

    389

    323

    294

    323

    256

     

    Peep 10%

    369

    306

    279

    306

    243

    225

     

    Legenda

    * : % di riduzione cumulablii
    1 : Convenzione di cessione
    2 : Sociale: sottoscrizione atto d'obbligo (Delibera C.C. 5/2015)

     

     

    Tabella 2

     

    AREE FABBRICABILI*- valore venale in comune commercio (art. 5 comma 5, d. Lgs. 50411992)
     LitoraneaMarinaPianaCentroCollinaStrettoia
    Industriale artigianale 190 190 190 190 190 190
    Commerciale 450 340 280 380 230 280
    Ricettivo terziario 450 340 280 380 230 280

     


     

    Presentazione della dichiarazione

    I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro il 30 giugno dell'anno successivo dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta (Legge 147/2013) utilizzando il modulo ministeriale.

    Dichiarazione e istruzioni