Comune di Pietrasanta - Francesco Messina

Michele Benedetto

(Campomaggiore, PZ-ITA, 1941 – Pietrasanta, LU-ITA, 2011)

 

 

La sua formazione di scultore avviene a Milano negli anni ’50-’70, entrando in contatto con Giò Pomodoro. La sua prima mostra personale è del 1979 presso la Galleria "Il Mercante" di Milano.
Moltissime le successive esposizioni personali e collettive, sia in Itala che all’estero.


Fra le sue personali si ricordano: Museo Nazionale di Minerali, Desio, MI (1980); Palazzo del Municipio, Campomaggiore, PZ (1980); Galleria Gruner Panter, Francoforte (1981; 1984; 1987); Galleria Edizioni Monica Beck, Amburgo (1983); Palazzo del Municipio, San Marino (1983); Centro di Ricerche Universitarie, Wies Baden, Germania (1985); Istituto Italiano di Cultura, Monaco, Germania (1985); Villa Pellizzari, Querceta (1987); Galleria Pala Arte, Maratea (1992); Studio 10 Arte, Potenza (1992); Arte Struktura, Milano (1993); Arte Travel Gallery, Bruxelles (1994); Chilford Halls, Linton, Cambridge (1996); Galleria d'Arte Moderna, Museo Civico, Gallarate (1996); Villa Sparina, Monterotondo Gavi, AL (2006); Palazzo del Medico, Carrara (2007); mostra itinerante in Giappone, Tokyo, Osaka e Kyoto (2008).

Sue opere fanno parte di varie collezioni pubbliche e private, tra cui: Museo di Gallarate; Galleria Civica di Arte Contemporanea, Varese; Fondazione Ameria Scarnafigi, Cuneo; Fondazione Gianfranco Bonomi, Lumezzane, BS; Fondazione Pagani, Castellanza, Legnano, VA; filiali delle banche di Cassa di Risparmio di Lucca, Banca Toscana e Monte dei Paschi di Siena; Amministrazione Provinciale e Camera di Commercio di Potenza; Consiglio Regionale della Basilicata; varie sedi di Comuni italiani; Comune di Bad Orb, Reha-Zentrum, Germania; Comune di Hesperance, Lussemburgo; Comune di Yamagata-Shi, Sakumagi-Cho, Tokyo; Industria Mayer, Francoforte; Madonna di Campiglio, TN; Concorde SpA, Fiorano, MO; Taipei; Bangkok.
Giunge in territorio versiliese nel 1963 e lavora presso diversi laboratori e fonderie del territorio; dal 1974 si stabilisce a Pietrasanta, partecipando a numerosissime manifestazioni della zona apuo-versiliese, tra cui si ricorda la personale del 2000 presso il Centro Culturale "L. Russo".

Fanno parte del Parco Internazionale di Scultura Contemporanea di Pietrasanta dal 2000 l’opera Riflessione, posta in piazza Guiscardo da Pietrasanta e dal 2008 l’opera Il viandante, collocata in piazza De Ferraris. Si possono ammirare, inoltre, presso il Museo dei Bozzetti ‘Pierluigi Gherardi’ di Pietrasanta i bozzetti Cervello, tuttotondo in gesso del 1979 e Modulazione solare, tuttotondo in gesso del 1989 ed il disegno, Cervello, del 1979, incisione su carta.

 

“ Per Michele Benedetto, che dal ’74 si stabilisce a Pietrasanta, la geometria con le sue regole esatte e rigorose, con le sue forme parametriche è la misura di tutte le cose visibili. Egli realizza delle costruzioni spaziali a carattere geometrico, in cui la luce sopraggiunge e si distende, sboccia sugli spazi da lui creati… Eppure quel linguaggio rigoroso, pieno di simboli, quelle linee severe non sono frutto di una fredda determinazione matematica, ma d’una geometrizzazione vivente, piena di poesia, ritmata dalla luce, equilibrata e armonica, d’una geometrizzazione che gioca con la luce incidente che conferisce monumentalità al tutto.” (G. Bisdorff, 2003)

 

Informazioni:

www.museodeibozzetti.it

 



 

 

 

For information:

www.museodeibozzetti.it