Semplificazione: eventi e manifestazione temporanee, ecco la carta servizi per facilitare privati nel dialogo con Municipio

Stampa 02.01.2021 13:00
Vai a:   articolo principale       

Una “guida” per fornire tutte le indicazioni di percorso ai privati che vogliono organizzare eventi e manifestazioni temporanee in spazi ed aree pubbliche nel Comune di Pietrasanta. L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti fa fede ad un altro impegno destinato a semplificare e rendere più agevole e chiaro il dialogo non sempre molto facile tra privati ed imprese e la macchina comunale soprattutto quando è richiesto il coinvolgimento di più uffici nell’organizzazione di una iniziativa.

“La carta dei servizi – spiega il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – nasce con l’obiettivo di migliorare il rapporto tra pubblico e privato. Chi organizza eventi, e mi riferisco a privati ed imprese specializzate, devono essere messe in condizioni di farlo perché portano un valore aggiunto alla città e contribuiscono alla sua vivacità. La macchina comunale deve essere a disposizione di chi organizza, e non vice versa. Abbiamo voluto cambiare l’approccio fissando, nero su bianco, i vari percorsi amministrativi che un privato deve espletare per organizzare una manifestazione. E’ stato un lavoro complicato, fatto in costante dialogo e confronto tra tutti gli uffici, dalla cultura al Suap, dalla Polizia Municipale ai lavori pubblici, che oggi ci permette di efficentare gli iter amministrativi. Un evento sportivo ha necessità diverse da un evento culturale o da una fiera anche dal punto di vista della sicurezza o del piano della fattibilità: questi aspetti vanno considerati e chi organizza deve avere il quadro completo. La carta sarà aggiornata di volta in volta anche sulla base di nuovi regolamenti o modifiche a quelli esistenti. La guida è uno strumento che in più occasioni è stata sollecitata anche dal territorio e dagli operatori. Uno strumento che siamo sicuri ci aiuterà notevolmente anche nel migliorare la qualità della nostra proposta complessiva”.

Il primo passo sarà la presentazione di un modulo di istanza unitamente al progetto dell’evento, seguito se necessario, anche da un incontro con l’assessore agli eventi Francesca Bresciani e l’ufficio turismo ed eventi. Il progetto dovrà rispondere ad alcune domande: chi organizza, cosa si organizza, quando si organizza, dove si organizza e cosa si chiede all’amministrazione. Nel caso di richiesta di contributo sarà necessario anche presentare un piano dei costi. La guida fornisce anche indicazioni su come richiedere per esempio il patrocinio, quali sono gli spazi pubblici a disposizione fino ad illustrare i singoli percorsi per produrre il piano di safety e security, copertura assicurativa o dichiarazione di manleva, occupazione del suolo pubblico, somministrazione di alimenti e bevande, permessi e diritti d’autore, autorizzazioni in deroga ai limiti di rumorosità, provvedimenti di viabilità, accesso alla Ztl, allacci temporanei a luce e acqua, pulizia dell’area, attrezzature tecniche, promozione e comunicazione. Sono esclusi dall’iter gli eventi sportivi, artistici, le arti di strada e gli eventi e fiere a carattere commerciale che seguono percorsi specifici.