Scuola: più risorse (+40%) per l’assistenza specialistica a favore alunni con disabilità, amministrazione Giovannetti mantiene impegno con famiglie

Stampa 07.01.2021 14:24
Vai a:   articolo principale       

Più risorse per garantire più ore di assistenza specialistica a favore degli alunni con disabilità iscritti alle scuole di ogni ordine e grado (dalla scuola dell’infanzia fino alle superiori). La giunta municipale di Alberto Stefano Giovannetti ha deliberato uno stanziamento aggiuntivo, rispetto al recente passato, destinato ad aumentare il numero di ore necessarie ad assicurare l’integrazione scolastica degli alunni portatori di handicap.

Le risorse stanziate passano dagli attuali 240 mila euro all’anno ai 340 previsti per ogni anno e per i prossimi tre anni. Si tratta di poco più del 40% in più di risorse per far fronte ad una maggiore richiesta di domande da parte delle scuole e delle famiglie.

“In questo modo riusciremo a garantire almeno il 10% in più di ore di assistenza passando dalle attuali 13.700 a 15.000. Abbiamo adattato il bilancio soprattutto alle nuove richieste delle famiglie e di questo ringrazio tutta l’amministrazione che di fronte a queste necessità è sempre molto ricettiva e disponibile. – spiega l’assessore alla pubblica istruzione, Francesca Bresciani – Il numero degli alunni iscritti alle scuole con disabilità è cresciuto negli anni: nell’anno corrente abbiamo 73 ragazzi che necessitano di assistenza di cui 43 frequentanti le nostre scuole, 30 scuole negli altri comuni. Anche in tempo di lockdown – ricorda la Bresciani - siamo riusciti a salvaguardare l’assistenza attraverso l’assistenza in remoto degli educatori”.

Il servizio di assistenza ha l’obiettivo di agevolare la frequenza e la permanenza degli studenti disabili nell’ambito scolastico; facilitare l’inserimento e la partecipazione attiva degli alunni disabili alle attività didattiche svolte dal personale insegnante, supportandoli al raggiungimento degli obiettivi di integrazione e autonomia personale, in attuazione dei programmi educativi concordati dagli insegnanti in collaborazione con i servizi socio-sanitari territoriali; sostenere gli alunni con disabilità nelle attività di socializzazione e nell’acquisizione di capacità comunicative, volte all’integrazione e alla valorizzazione di abilità personali.

La tipologia di utenti è composta da alunni in situazione di disabilità psichico fisico e/o sensoriale certificati dal competente Servizio della ASL ai sensi della Legge n.104/92. In particolare il Servizio in oggetto si rivolge prioritariamente a sostegno dei soggetti: con disturbi cognitivi, deficit sensoriali, disturbi di comunicazione, gravi disabilità neuro-motorie, disturbi gravi dell'attenzione e del comportamento e ritardo mentale.

Entro il 1 marzo sarà assegnato il nuovo appalto che avrà una durata fino al 28 febbraio 2024. “Abbiamo dato una risposta concreta, sul medio periodo, prevedendo più risorse. – ribadisce l’assessore alla pubblica istruzione - Era un preciso impegno che abbiamo preso lo scorso anno con le famiglie e per cui ringrazio gli uffici ed ancora tutta l’amministrazione”.