Salute: Pietrasanta Cardioprotetta continua a crescere, in Piazza Statuto il defibrillatore salva vita di Elisa

Ufficio Stampa 19.02.2021 13:44
Vai a:   articolo principale       

In Piazza Statuto il defibrillatore salva vita di Elisa Pezzini. E’ in corso l’installazione della postazione numero 25 presente sul territorio del progetto Pietrasanta Cardioprotetta avviato nel 2016 promosso dall’assessorato all’associazionismo e coordinato dal consigliere, Giacomo Vannucci.

Già in due occasioni i defibrillatori telecontrollati, e connessi h24 con i soccorsi, hanno permesso di salvare la vita ad altrettanti cittadini. Il defibrillatore di Piazza Statuto, che sarà installato a fianco del punto informazioni turistiche, è stato acquistato grazie alla donazione dell’associazione onlus “Il Sorriso di Elisa” nata in memoria della venticinquenne scomparsa l’8 giugno 2015 in seguito ad un incidente. L’inaugurazione è in programma l’8 marzo alla presenza della famiglia.

“Grazie all’associazione intitolata ad Elisa – spiega l’assessore all’associazionismo, Andrea Cosci – la rete di dispositivi salva vita continua a crescere sul territorio. Ringrazio Stefano Pezzini, padre e presidente dell’associazione, la famiglia di Elisa e tutti coloro che hanno contribuito all’installazione di questo nuovo presidio salva vita”.

13 dei 25 defibrillatori di Pietrasanta Cardioprotetta si trovano in spazi aperti come piazze e luoghi pubblici. 4 sono quelli installati solo nell’ultimo biennio. E più precisamente a Capriglia presso il circolo SOMS, Fiumetto, Ponterosso e Focette. L’ultimo ad essere stato attivato si trova in via Cavour grazie, in questo caso, al contributo del Gruppo Fratres Marina di Pietrasanta. 12 sono ubicati all’interno di centri civici e palestre.

“L’espansione della rete di Dae è direttamente proporzionale all’adesione volontaria da parte di cittadini ed associazioni. Oggi tutte le principali piazze cittadine, litorale compreso, è coperto dalla presenza dei dispositivi salva vita. – commenta Giacomo Vannucci, consigliere comunale – A fianco del potenziamento del numero di defibrillatori continuiamo a formare gli angeli del cuore al loro utilizzo con il coordinamento dell’associazione Salvamento Versilia di Antonio Colonna. Al momento questa attività è rallentata, a causa del Covid, ma per fortuna abbiamo un numero attualmente sufficiente di volontari oggi in grado di intervenire in caso di bisogno”.