Parchi pubblici: tempo libero e giochi inclusivi, prosegue la riqualificazione degli spazi

Ufficio Stampa 29.03.2021 13:20
Vai a:   articolo principale       

Non solo più belli, divertenti e sicuri, i parchi pubblici cittadini saranno anche più inclusivi. Il piano di riqualificazione dei parchi in corso in queste settimane voluto dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti non punta solo a sostituire ed ammodernare le strutture ludiche, a rendere gli spazi dove le famiglie passano il loro tempo libero con i bambini più accoglienti ma anche ad abbattere le barriere architettoniche sul modello del nuovo parco del quartiere Accademia.

“Il gioco – spiega il consigliere comunale, Sandra Da Prato da cui è partita la proposta – è un diritto di tutti i bambini. L’abbattimento delle barriere architettoniche è un tema al centro di questa amministrazione che abbiamo portato anche nell’ambito del tempo libero e dei parchi pubblici a conferma di una grande attenzione quotidiana. Un primo gruppo di parchi sarà dotato, già con questa sessione di interventi, di una serie di giochi il cui utilizzo è possibile anche a bambini con disabilità motorie, sensoriali e cognitive. Il dialogo con la Consulta del Volontariato e le associazioni del territorio è molto importante per orientare e coordinare gli interventi che stiamo portando avanti anche in chiave lavori pubblici con l’assessore Matteo Marcucci. Penso per esempio alla nuova Piazza Carducci”.

Il piano di interventi di riqualificazione dei parchi giochi interesserà una decina di spazi pubblici cittadini tra il parco di Ponterosso in via Monteverde che sarà, come promesso dall’amministrazione, riattivato.