Strade sicure: via Montiscendi in sicurezza, aperto il cantiere per dotare tratto stradale di nuove tubazioni e manto stradale

Ufficio Stampa 06.04.2021 13:12
Vai a:   articolo principale       

Doppio intervento in via Montiscendi. Aperto come da programma il cantiere per la realizzazione delle nuove tubazioni dell’acqua e per la messa in sicurezza del tratto che corre parallelo alla linea ferroviaria, e più precisamente dall’incrocio con la via Mimose fino allo svincolo lato Massa.

GUARDA IL SERVIZIO DI NOITV

Fedele al suo programma il mandato, l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti mantiene l’impegno con i residenti. Dopo via Casone un’altra strada molto trafficata della frazione di Strettoia sarà finalmente messa in sicurezza. L’intervento in via Montiscendi costerà complessivamente circa 185 mila euro.

A seguire l’avvio dei lavori, partiti come da programma all’indomani della Pasqua, sono arrivati il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti insieme all’assessore ai lavori pubblici, Matteo Marcucci e al Capo di Gabinetto del Sindaco, Adamo Bernardi. I due interventi sono stati coordinati dall’ufficio lavori pubblici. Le nuove tubazioni dell’acqua saranno realizzate da Gaia Spa, mentre l’asfaltatura e collegati interventi di messa in sicurezza per migliorare la regimazione delle acque dal Comune di Pietrasanta.

Per consentire l’intervento di realizzazione del nuovo acquedotto e l’asfaltatura di via Montiscendi a Strettoia sono stati attivati i seguenti provvedimenti di modifica della viabilità: senso unico alternato regolato da semaforo di cantiere durante l'asfaltatura dell'intersezione via Montiscendi con il tratto omonimo che scende da monte verso mare e, divieto di transito e sosta 0-24 con rimozione dei veicoli nel tratto compreso tra l'incrocio e via Cugnia durante l'asfaltatura di questo tratto. E’ inoltre previsto il divieto di transito e sosta con rimozione dei veicoli 0-24 nel tratto compreso tra l'intersezione con via Cugnia e l'aiuola spartitraffico in prossimità della SS n° 1 Aurelia.