Arte: Pietrasanta “scolpisce” la storia, svelata la scultura della leader afro-americana diritti civili destinata al Campidoglio (Washington DC)

Ufficio Stampa 10.07.2021 14:57
Vai a:   articolo principale       

Pietrasanta scolpisce la storia. E’ destinata all’immortalità la scultura raffigurante la leader dei diritti civili Mary McLeod Bethune realizzata a Pietrasanta, nei laboratori e fonderie locali, dall’artista portoricana Nilda Comas.

La scultura è stata rivelata in anteprima mondiale in occasione di una cerimonia che si è tenuta questa mattina, sabato 10 luglio, di fronte al Municipio della Piccola Atene a cui ha partecipato una delegazione arrivata dallo Stato della Florida, stato che Mary McLeod Bethune rappresenterà nella Sala delle Statue del Campidoglio di Washigton CD. Della delegazione hanno fatto parte il sindaco di Daytona Beach, Henry Derrick, il rappresentante del congresso della città dove Mary McLeod Bethune aveva creato la prima scuola per studenti afroamericani, Dr. Kathy Castor, il Presidente della Bethune-Cookman University, Dr. Hiram Powell ed la Presidente della Dr. Mary McLeod Bethune Statuary Fund, Nancy Lohman.

“E’ un giorno speciale – ha detto il sindaco, Giovannetti durante lo scoprimento della scultura – che resterà nella storia così come questa scultura creata da Nilda che rafforza il legame tra la nostra città, il nostro paese, l’Italia, la Florida e gli Stati Uniti d’America. Nilda è una bravissima artista, una persona speciale che vive con il sorriso e di cui noi tutti siamo orgogliosi. Questa scultura non rappresenta solo un grande protagonista della storia d’America, ma rappresenta la lotta per i diritti civili di tutti gli afro-americani”.

La scultura è stata realizzata in due versioni: una in marmo bianco destinata al Campidoglio ed una in bronzo che sarà invece visitabile presso il Parco della Versiliana di Marina di Pietrasanta per tutta l’estate e successivamente installata a Daytona Beach all’intersezione tra Mary McLeod Bethune Boulevard e Beach Street con il volto rivolto verso la Bethune Cookman University, l'università da lei fondata. “Questa scultura – ha detto l’artista - nasce dall’amore. La sua vita era fatta di amore. Mary McLeod Bethune è stata una persona forte ed intelligente. E’ andata avanti tra tante difficoltà. Io ho creato una scultura pensando a come lei avesse desiderato essere ricordata. Quest’opera è per me un grande motivo di orgoglio”.

A fianco del sindaco, il presidente del consiglio, Paola Brizzolari, gli assessori Andrea Cosci, Matteo Marcucci, e Francesca Bresciani e gli artigiani che hanno contribuito alla realizzazione della scultura, Franco Cervietti, Massimo Del Chiaro e Massimo Buratti insieme ai dirigente, Monica Torti e al funzionario Sabrina Francesconi e Valentina Fogher degli Istituti Culturali. Alla cerimonia ha partecipato il Questore di Lucca, Alessandra Faranda Cordella. “Mary McLeod Bethune è una figlia della Florida e dell’America. – ha ricordato il membro del congresso, Castor – Questo progetto non è stato sostenuto dal governo ma dai cittadini e questo la rende ancora più speciale ed importante”.

L’amicizia tra Pietrasanta e Daytona Beach nasce nel segno della scultura con la consegna delle chiavi della città della Florida al sindaco, Giovannetti in rappresentanza della comunità. “La città di Daytona conferisce le chiavi della città alla città di Pietrasanta ringraziandola – ha detto il sindaco di Daytona - per aver aperto anche i loro cuori”.

Toccante il momento della benedizione della scultura da parte del Reverendo Thom Shafer accompagnato da canti e musica con artisti e musicisti arrivati direttamente dagli Stati Uniti.

L’opera della Comas rappresenta primati e di significati. La scultura che raffigura Mary McLeod Bethune sarà la prima destinata alla sala delle statue realizzata da una scultrice ispanica (la Comas è stata selezionata tra 1.600 artisti) e sarà anche la prima e l’unica a raffigurare uno degli americani che hanno fatto la storia in abito accademico. Sono attualmente quattro i busti e mezzi busti di afro-americani presenti in quella che è stata per 50 anni la Camera dei Rappresentanti ed appartengono a Martin Luther King, Frederick Diuglas, Sojourner Truth e Rosa Parks. Mary Jane McLeod Bethune (Mayesville, 10 luglio 1875 – Daytona Beach, 18 maggio 1955) è stata un'educatrice e imprenditrice statunitense, leader per i Diritti Civili. Nota per la creazione di una scuola per studenti afroamericani a Daytona Beach (Florida) - poi divenuta la Bethune-Cookman University - è stata una consulente del presidente Franklin D. Roosevelt. Nata in Carolina del Sud da genitori poveri, già schiavi, ha dovuto lavorare nei campi fin dall'età di cinque anni, dimostrando altresì un precoce interesse per l'apprendimento. Con l'aiuto di benefattori, ha frequentato il College con l'intento di diventare missionaria in Africa. Non potendo portare avanti questo suo progetto, si è allora prodigata per aprire una scuola per ragazze afroamericane a Daytona Beach, che al suo inizio ha visto solo sei studenti. Si è associata quindi ad un istituto per ragazzi afroamericani, che divenuto poi la Bethune-Cookman School. La qualità della scuola superava di gran lunga gli standard di istruzione per gli studenti afroamericani e rivaleggiava con quelli delle scuole per gli studenti bianchi. Mary Jane McLeod Bethune ha lavorato instancabilmente per garantire il finanziamento della scuola, grazie anche all'aiuto di vari benefattori. È stata Presidente del College dal 1923 al 1942 e dal 1946 al 1947, una delle poche donne al mondo che, a quel tempo, dirigevano un tale istituto. È stata anche attiva in diversi circoli femminili, che grazie a lei acquisirono importanza a livello nazionale. Ha lavorato per l'elezione di Franklin D. Roosevelt nel 1932, per cui in seguito è stata eletta quale membro del Black Cabinet di Roosevelt nel 1936, occupandosi degli interessi delle persone di colore durante la sua amministrazione. Alla sua morte l'editorialista Louis E. Martin disse: "Ha distribuito fede e speranza, come se fossero pillole e lei una sorta di medico". La sua casa a Daytona Beach è diventata un National Historic Landmark, mentre quella a Washington è conservata dal National Park Service come un sito storico nazionale. Una scultura che la rappresenta si trova al Lincoln Park di Washington, D.C.

Per informazioni sui prossimi eventi vai su www.comune.pietrasanta.lu.it, gruppo Facebook “Pietrasanta Eventi, Instagram “Pietrasanta Eventi” oppure iscriviti al servizio di messaggistica WhatsApp al numero di telefono 366 699 3039 inviando un messaggio con il seguente testo: “Attiva iscrizione – Nome e cognome – Città di residenza” (esempio: Attiva iscrizione Mario Rossi Pietrasanta).