25 Novembre: inaugurata la seconda panchina rossa, è stata donata dall’Auser

Ufficio Stampa 25.11.2021 13:08
Vai a:   articolo principale       

Inaugurata la seconda panchina rossa cittadina all’Africa. Donata dall’associazione Auser che quest’anno festeggia 30 anni di presenza ed impegno sul territorio comunale di Pietrasanta, la nuova panchina rossa – l’altra si trova in Piazza Matteotti – è simbolo del contrasto alla violenza di genere, rappresentazione universale del “posto occupato” da una donna vittima di femminicidio: una donna uccisa dalla violenza maschile lascia un vuoto che non può essere dimenticato e la panchina rossa è l’emblema del posto occupato da chi non c’è più.

La comunità di Pietrasanta conferma il suo impegno istituzionale e sociale contro la violenza di genere in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne che ricorre il 25 novembre e diventato un momento molto importante di sensibilizzazione e riflessione. La panchina, che si trova di fronte alla sede della Rosa Bianca, sede dell’Auser, è stata inaugurata alla presenza del sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, del presidente dell’Auser, Manuela Marina Bini e degli assessori al sociale del Comune di Pietrasanta, Tatiana Gliori e dell’assessore al sociale di Forte dei Marmi, Simona Seveso accompagnata dal consigliere delegato, Sabrina Nardini. Presidenti il vice presidente del consiglio comunale, Antonio Tognini e il consigliere, Sandra Da Prato.

“Denunciate. Non avete paura e non vergognatevi. – ha esortato il primo cittadino, Giovannetti – Denunciate prima che sia troppo tardi”. La violenza sulle donne – ha ricordato il presidente, Bini - non può essere ritenuta un fatto privato o solo conseguenza di circostanze e fattori specifici, ma è legata a motivi atavici di prevaricazione dell’uomo sulla donna. Sono, perciò, necessarie azioni di sensibilizzazione come queste, che pur semplici che siano, portino a quel cambiamento, individuale e collettivo, quale presupposto indispensabile per l’affermazione del ruolo delle donne in ogni contesto sociale”.

La città di Pietrasanta avrà, a partire dal mese di dicembre, uno sportello di ascolto dedicato coordinato dalla Casa delle Donne di Viareggio. Lo sportello, all’interno del quale opereranno psicologi e psicopedagogisti collegati con tutti i soggetti del territorio preposti alla sicurezza delle donne, sarà aperto due volte al mese su appuntamento al numero 800800811 presso gli uffici del centro formazione dell’Osterietta. “Sarà un rifugio di prossimità per tutti coloro che avranno necessità e urgenza di parlare, difendersi e rilanciarsi nella vita. – ha spiegato la Gliori – L’amore è condivisione, altruismo, non è possesso”.

Le altre iniziative di sensibilizzazione e di tutela, attivate in questi anni, riguardano la presenza del numero gratuito antiviolenza e stalking – 1522 - sugli scontrini della Farmacia Comunale di Pietrasanta e così nel sito ufficiale del Comune di Pietrasanta.