Ambiente: piano anti-amianto, altri 300 mila per completare la bonifica cimitero capoluogo

Ufficio Stampa 03.12.2021 13:04
Vai a:   articolo principale       

Altri 300 mila euro per portare a compimento il delicato intervento di rimozione e bonifica delle coperture in amianto del cimitero di capoluogo. Prosegue il piano anti-amianto voluto dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti che consentirà di asportare in sicureszza tutte le coperture di amianto ancora presenti su due dei quattro edifici presenti (circa 750 metri quadrati).

Con il via libera della giunta municipale del progetto definitivo-esecutivo si avvia verso il completamento un percorso iniziato un anno fa. Nel primo lotto erano già state rimosse circa 350 metri quadrati di coperture di amianto presenti sul lato Nord. Contestualmente saranno realizzate anche le nuove coperture. “Dalle parole ai fatti.

Con questo intervento archiviamo anche questo annoso capitolo ambientale che da tempo attendeva di essere risolto. – spiega il primo cittadino, Alberto Stefano Giovannetti - In due anni abbiamo rimosso tutto l’amianto presente alle ex miniere di Valdicastello, circa 2.700 metri quadrati, al cimitero di Strettoia, ai lavatoi di via Martinatica, via Rebuto a Capezzano Monte e via Regnalla a Valdicastello ed ora ci accingiamo a rimuovere, tra primo e secondo lotto, altri 1.000 metri quadrati di materiale potenzialmente pericolosi per i cittadini”.

Complessivamente, per la rimozione e messa in sicurezza delle coperture al cimitero urbano, saranno investiti circa 450 mila euro per realizzare i due lotti funzionali previsti dal progetto. 140 per il primo lotto, già realizzato, 300 per il secondo.