La mobilità del futuro nel segno di Barsanti

Ufficio Stampa 10.05.2022 10:49
Vai a:   articolo principale       

Innovativa ma accessibile, comoda e con un'anima green: indaga sull'auto che verrà, il convegno intitolato “Mobilità e futuro: come sarà l’automobile di domani?” in programma venerdì 13 maggio a Pietrasanta, nella Sala dell'Annunziata.

Un appuntamento voluto dal Comune come preziosa anteprima alla 21ma edizione del “Premio internazionale Barsanti e Matteucci” che ogni anno, a ottobre, ricorda Padre Eugenio Barsanti, illustre pietrasantino e inventore del motore a scoppio, consegnando un riconoscimento a chi continua l’opera di ricerca sui propulsori destinati alle quattro ruote ma non solo.

“Il nostro omaggio a Padre Barsanti deve superare le occasioni di ricordo istituzionale – sottolinea il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – e diventare 'carburante' per alimentare, a Pietrasanta, un laboratorio aperto di promozione della cultura scientifica”.

Dalle 17, nel chiostro di Sant’Agostino, si aprirà il dibattito tutto centrato sulle prossime frontiere dell'ingegneria automobilistica: il direttore della comunicazione di Bosch Italia Gabriele Aimone Cat, Roberto Boni, giornalista automotive e Paolo Artemi, vicepresidente dell’Unione Italiana Giornalisti delle Auto, ne discuteranno con l'ingegner Stefano Iacoponi, coordinatore del Comitato tecnico-scientifico e organizzativo del Premio Barsanti.

L’incontro, organizzato in collaborazione con il “Rotary Club Viareggio Versilia”, fa parte del programma di iniziative promosse per “Amico Museo. Aria di primavera”: e nell’occasione, infatti, anche il museo dedicato a Padre Barsanti, al primo piano di Palazzo Panichi, resterà aperto gratuitamente dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.