Dal Pnrr altri 250 mila euro per il teatro

Ufficio Stampa 24.06.2022 16:44
Vai a:   articolo principale       

Arrivano altri 250 mila euro a Pietrasanta dal Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resililienza, con i quali il Comune andrà a cofinanziare numerosi interventi di efficientamento energetico al teatro comunale “Cesare Galeotti”.

“Siamo riusciti ad aggiudicarci oltre un milione di fondi europei in meno di una settimana – ha voluto sottolineare il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, facendo riferimento agli 800 mila euro ricevuti, sempre dal Pnrr, per la messa in sicurezza della frana di Capriglia – e credo sia la risposta migliore a chi dubitava della capacità di questa amministrazione comunale di scegliere, organizzare e programmare obiettivi e relativi percorsi progettuali per raggiungerli. Questo è un successo e un vanto per tutta la comunità di Pietrasanta”.

“Gli interventi previsti saranno fortemente innovativi – ha aggiunto l'assessore ai lavori pubblici, Matteo Marcucci – e porteranno vantaggi consistenti in termini di risparmio, contenimento dei consumi e comfort per gli spettatori. Si affiancheranno controlli e regolazioni elettroniche di tipo domotico, remotizzabili, a componenti impiantistici di ultimissima generazione”.

Fra le operazioni previste, l'installazione di un sistema di gestione elettronica dell’impianto termico e di condizionamento estivo, per controllarne le varie parti separatamente; la sostituzione dei corpi illuminanti non ancora a tecnologia Led; la sostituzione di altri elementi come generatore di calore, infissi e sistema di emissione con altri più “efficienti” in termini di risparmio energetico. Un intervento che completa la riqualificazione del teatro comunale, realizzata dall'amministrazione nel corso degli ultimi due anni con lavori di ammodernamento su platea, palco, foyer e servizi tra cui biglietteria, bar e servizi igienici.

Il progetto di fattibilità tecnica-economica, approvato a marzo, prevede un costo complessivo di 315 mila euro: 65 mila saranno impegnati dal Comune, il resto coperto grazie ai fondi Pnrr.