Comune, locali e forze dell'ordine contro la “mala movida”

Ufficio Stampa 01.08.2022 14:51
Vai a:   articolo principale       

Potenziamento della videosorveglianza contro i vandalismi e più addetti alla sicurezza nei pressi dei locali della Marina: dopo l'ormai consueto bilancio del fine settimana richiesto dal sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti, a tutte le forze dell'ordine in servizio sul territorio, ecco i primi provvedimenti per scongiurare gli effetti della cosiddetta “mala movida” nella zona del lungomare.

Un weekend, quello appena trascorso, che “ha visto gli agenti del commissariato di polizia di Forte dei Marmi – riferisce il primo cittadino – impegnati anche con le unità cinofile, il sabato sera, in attività di controllo anti droga in corrispondenza dei principali locali della Marina. Rinnovo il mio ringraziamento al dirigente Mario Russo, ai Carabinieri e alla nostra polizia municipale ma anche ai gestori delle discoteche, con i quali il confronto e la collaborazione restano ottime e costanti”.

Proprio in tal senso, dopo un nuovo colloquio, il titolare della Bussola si è impegnato, dal prossimo fine settimana e finché il numero dei frequentatori lo renderà necessario, ad assumere un addetto alla sicurezza in più per vigilare sul perimetro del proprio locale: “E' un'iniziativa che, come hanno già fatto altri imprenditori della Marina, il titolare pagherà di tasca propria – sottolinea Giovannetti – e, di questo, l'amministrazione non può altro che essergli grata”.

Amministrazione che, da parte sua, sta predisponendo gli atti necessari all'installazione di due telecamere per la videosorveglianza: “Nell'ultimo fine settimana – conclude il sindaco – alcune auto parcheggiate nelle strade interne di Focette sono state danneggiate. In accordo con l'assessore Andrea Cosci e grazie alla variazione di bilancio recentemente approvata, possiamo acquistare i due nuovi dispositivi e posizionarli nei punti più a rischio, per avere un deterrente o, nella peggiore delle ipotesi, uno strumento per individuare gli autori di questi atti odiosi”.

Una sinergia, quella fra Comune, forze dell'ordine e imprenditori del divertimento notturno, che il primo cittadino e l'amministrazione hanno sempre promosso e sulla quale hanno fin da subito concentrato gli sforzi ritenendola l'unico strumento concreto per tutelare la sicurezza e il benessere di residenti, ospiti e avventori della Marina.

Foto Emma Leonardi