A Franco Martini il premio in memoria di Marta Gierut

Ufficio Stampa 15.09.2022 14:31
Vai a:   articolo principale       

E' stato conferito a Franco Martini, ideatore e primo direttore artistico del Festival La Versiliana, il premio “La memoria è carta viva” intitolato all'artista e poetessa versiliese Marta Gierut, scomparsa nel 2005 e ricordata domenica 11 settembre con il “Trofeo d’arte città di Pietrasanta” organizzato dall'Alisei Golf & Country Club, con il patrocinio del Comune, del “Museo Ugo Guidi” di Forte dei Marmi e la collaborazione del Comitato archivio artistico documentario Gierut.

“Per aver portato il nome della Versiliana, di Marina di Pietrasanta, della Versilia tutta e non soltanto ad altissimo livello – questa la motivazione letta dal padre di Marta, il giornalista e critico d'arte Lodovico, presidente del Comitato – grazie a una professionalità espressa in continuità in ambito nazionale e internazionale. L’ha fatto con l’onestà tipica delle alte menti, ricca di equilibrio e generosità e con una visione che ha sempre dato spazio alla creatività e alla bellezza”.

“Il connubio fra arte e pratica sportiva ha origini antiche – ha ricordato l'assessore allo sport Andrea Cosci, durante la premiazione – anche se a noi, oggi, sembra qualcosa di insolito. E' una sintesi di cultura e conoscenza che noi, amministratori di una città che ha fatto dell'arte il suo tratto identitario, vogliamo e dobbiamo tornare a riproporre con frequenza sempre maggiore. Grazie all'innata sensibilità di Lodovico Gierut, all'organizzazione impeccabile del circolo Alisei e alla partecipazione di tanti appassionati a questa giornata così speciale, oggi facciamo un primo, grande passo in questa direzione”.

Un incontro fra arte e golf, quello proposto dal torneo che si è disputato con formula Louisiana medal, “molto apprezzato dai partecipanti – ha sottolineato la direttrice dell'Alisei, Manola Neri – prima affascinati dalla passione, emozionante, di Gierut, poi entusiasti per la bellezza degli omaggi che, grazie alla generosità di diversi artisti, abbiamo potuto offrire alle migliori coppie classificate e ai golfisti più giovani, due bambini di 10 anni”.

Al binomio vincitore del lordo (Edoardo Luchetti e Dario Barbieri, con 49 colpi), del netto (48 colpi per Riccardo Tognetti e Michele Giovannetti), alla prima coppia mista (Elda Paolini e Marco Cerri, 52 colpi) e alle tre coppie seconde classificate ex aequo, del netto (Elisabetta Mombelli e Giorgio Musetti, Marco Betti e Raffaele De Prete, Fabrizio e Gianluca Guidi, tutti a quota 50), è stata infatti consegnata un'opera fra tele, stampe e carboncini donate, per l'occasione, da diversi autori. I piccoli, in particolare, hanno ricevuto una stampa raffigurante Pinocchio, realizzata dall'artista Manola Caribotti.

Foto Carolina Pellizzari