Convenzione Comune-Università di Firenze per riqualificare piazza Matteotti

Ufficio Stampa 01.07.2024 14:13
Vai a:   articolo principale       

La “nuova” piazza Matteotti disegnata dagli studenti del 4° anno del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze: è la “convenzione di ricerca” che il Comune di Pietrasanta ha deciso di sperimentare, insieme all’Ateneo toscano, per riqualificare una delle aree più iconiche del proprio territorio, chiedendo ai futuri architetti e ai loro docenti di partecipare all’operazione con le loro idee, sensibilità e conoscenze.

“La nostra città – spiega il sindaco e assessore alla cultura di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti – ha nel proprio tessuto architetture, palazzi ed edifici storici da tutelare e mettere nel maggior risalto possibile, anche attraverso un ripensamento degli spazi e della loro funzionalità. L’Università di Firenze, oltre al prestigio e alla qualità della scuola di Architettura, riconosciuta ben oltre il puro valore accademico, ha fra i suoi obiettivi anche quello di organizzare attività di cooperazione sul patrimonio architettonico e paesaggistico delle città e ci è sembrato, quindi, il partner ideale per intraprendere questo percorso”.

Agli studenti e alle studentesse universitarie sarà, in sostanza, chiesto di presentare alcune proposte che riorganizzino l’assetto urbanistico e architettonico di piazza Matteotti, comprendendo uno studio sul posizionamento di una nuova installazione monumentale “dedicata a Papa Leone X – prosegue Giovannetti – e realizzata dallo scultore Gabriele Vicari, in omaggio a colui che, possiamo dire, ha siglato l’atto di nascita della Versilia Storica attraverso il Lodo del 1513”. Tra queste ipotesi progettuali ne sarà scelta una che il Comune presenterà, nelle sedi di riferimento, per concorrere ai bandi di finanziamento via via disponibili.

Sempre nell’ambito di questo accordo di collaborazione, l’ente municipale offrirà all’Ateneo luoghi e occasioni di divulgazione di queste attività di ricerca condotte dagli studenti “che potranno sempre interfacciarsi con il personale tecnico comunale durante le loro attività. E’ una convenzione innovativa – conclude il sindaco – ma, per noi, si pone nel solco di un’abitudine consolidata, quella della partecipazione concreta del mondo scolastico alla vita della città, da tempo realizzata grazie alla collaborazione con l’istituto superiore Don Lazzeri-Stagi”. La convenzione sarà a titolo gratuito e avrà una durata di tre anni, a partire dalla data di stipula prevista nei prossimi giorni.