Arte: scultura-evento a Pietrasanta dell’artista Prasto, è prima installazione post Covid

Stampa, 4 giu 14:57 ·
Vai a:   articolo principale       

L’installazione della scultura di Prasto diventa evento a Pietrasanta. La capitale internazionale della scultura e della lavorazione artistica di marmo e bronzo ha salutato mercoledì 3 giugno l’installazione dell’opera dell’artista georgiano con un evento seguito da tanti curiosi. L’iniziativa è promossa dal Comune di Pietrasanta ed è stata fortemente voluta dall’assessorato alla cultura e al turismo. A seguire da vicino tutte le operazioni c’era anche il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti.

L’opera, alta circa 3 metri, già fotografatissima, realizzata in acciaio inox e vernice rosso Ferrari, è caratterizzata da una particolarità: ruota su se stessa grazie al vento. Dedicata ai medici e agli operatori sanitari “N’Uovo” resterà visibile fino al 21 giugno così come l’altra l’installazione dell’artista georgiano “Pine Needles” ospitata nel giardino del Chiostro di S. Agostino. “Il significato di quest’opera è la speranza. – ha detto Prasto durante l’installazione - La sua forma che richiama quella dell’uovo nella simbologia ancestrale richiama il messaggio di nuova vita. Voglio dedicarla a tutti i medici ed operatori sanitari impegnati nell’emergenza sanitaria che stanno facendo tutto quello che è possibile per salvare vite. La particolarità di questa scultura è la sua dinamicità”.

Un’opera gemella di Prasto si trova, dal 2017, nel giardino del Parco della Versiliana a Fiumetto, Marina di Pietrasanta, emblema della tempesta del 5 marzo 2015. L’opera è una metafora della resurrezione della pineta dannunziana devastata dal vento ed oggi tornata nelle piene disponibilità della comunità. Un’altra opera gemella è stata recentemente installata in Piazza della Repubblica, a Tblisi, sua città natale.