Turismo: affidata la gestione della spiaggia libera di Motrone, si potranno affittare anche sdraio ed ombrelloni giornalieri

Stampa, 17 giu 14:14 ·
Vai a:   articolo principale       

Spiaggia libera di Motrone attrezzata, sicura, curata e pulita. E per la prima volta si potranno affittare anche sdraio e ombrelloni giornalieri. Era una delle richieste inserite dall’amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti nel bando di affidamento della gestione della spiaggia comunale, per migliorare la fruibilità e l’accoglienza della spiaggia. “Abbiamo deliberato – spiega Stefano Filiè, assessore al bilancio – l’affidamento al nuovo gestore, la Soc. Coop Trans Express 2012, che ci ha presentato un progetto che risponde a quelle che erano le nostre aspettative per una spiaggia libera attrezzata, sicura, controllata e pulita. L’affidamento sarà triennale e questo è un altro aspetto molto importante nella programmazione economica e finanziaria”.

Negli scorsi giorni l’amministrazione comunale, con il supporto dell’Associazione Balneari di Marina di Pietrasanta, aveva provveduto ad una prima pulizia generale dell’arenile per renderlo fruibile nel primo vero weekend dopo il termine del lockdown. “L’emergenza sanitaria ha rallentato tutti gli iter e reso più faticoso il percorso. Non era facile, vista anche la situazione, trovare gestori con progetti strutturati in poche settimane. – spiega ancora Filiè – Il nuovo gestore dovrà realizzare, a proprie spese, impianti ed attrezzature in conformità con il vigente strumento urbanistico da utilizzare ad attività ricreative e per il tempo libero con annessa somministrazione di alimenti e bevande. Inoltre dovranno essere installati servizi igienici, spogliatoi, docce oltre alla possibilità del nolo giornaliero di attrezzature per la spiaggia come sdraio, ombrelloni, seggioline e prendisole. A fianco della parte strutturale dovrà inoltre garantire il decoro, pulizia, la vigilanza, la sicurezza per la balneazione anche per le prossime stagioni balneari così come dovrà assicurare la pulizia ed il controllo dell’area di proprietà comunale considerata storicamente un punto di riferimento turistico ed ambientale”.