Arte: Pietrasanta riparte da arte e mondanità, la mostra di Fabio Viale fa il pieno nel primo weekend

Stampa, 29 giu 13:05 ·

Arte e mondanità. La grande mostra dell’estate “Truly” di Fabio Viale fa il pieno nel primo weekend di apertura (quasi 2 mila i visitatori). Le sculture tatuate sullo sfondo del Duomo e della Chiesa di S. Agostino rimettono in connessione classico e contemporaneo trasformando il centro storico in un palcoscenico di contrasti. Pietrasanta è ripartita dall’arte e dalla mondanità. Tutti gli spazi espositivi, dalla Sala delle Grasce alla Sala del Leone, sono tornati a vivere con l’arte. E la città e le attività commerciali con loro. Il vernissage dell’evento espositivo che si è tenuto sabato 27 giugno promosso dal Comune di Pietrasanta è stato salutato da centinaia di appassionati e curiosi. Sul sagrato del Duomo per l’inaugurazione c’erano insieme all’artista che lavorava a questo progetto monumentale da due anni, il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti insieme all’assessore alla cultura e al turismo, Sen. Massimo Mallegni, al gallerista Poggiali e ai critici Enrico Mattei ed il Direttore del Museo del 900, Sergio Risaliti. “Pietrasanta è stato una delle poche realtà in Italia – ha detto il sindaco, Giovannetti – che non ha tagliato prematuramente la voce cultura ed eventi. Abbiamo avuto coraggio aspettando l’evoluzione degli eventi. Questo coraggio ci premierà. Ci sta già premiando. Siamo fiduciosi, dobbiamo esserlo, per questa stagione estiva. Stiamo lavorando – ha proseguito - per una città che viva 365 giorni l’anno e che valorizzi tutte quelle peculiarità del nostro territorio nell’ambito della Versilia anche fuori stagione”.

Con “Truly”, questo il titolo del percorso espositivo che resterà a Pietrasanta fino al prossimo 4 ottobre, l’artista piemontese si presenta nella capitale internazionale della scultura e della lavorazione del marmo e del bronzo con un progetto monumentale ricco ed affascinante dove a fianco dei suoi celebri busti e volti tatuati, tra cui spicca la scala monumentale del David di Michelangelo “Souvenir David” ed il grande torso ispirato al “Torso Belvedere” che si trova a Roma, nei Musei Vaticani, si potrà ammirare per la prima volta in assoluto l’opera “Le Tre Grazie” concepita per la Chiesa-museo di Sant’Agostino. Quattro complessivamente gli ambienti espositivi: all’aperto con Piazza Duomo e nel complesso del Chiostro di S. Agostino con la Chiesa, la Sala dei Putti e la Sala del Capitolo. La mostra di Fabio Viale è frutto della tenacia dell’assessorato alla cultura e al turismo: “Abbiamo voluto questo eventi, in questo particolare momento della storia nazionale e mondiale – ha detto il Sen. Mallegni – perché Pietrasanta, la Versilia e la Toscana avevano bisogno di una grande mostra. Questa lo è. Dietro questo allestimento c’è il lavoro di tante persone e di una programmazione a medio lungo periodo. La mostra di Fabio Viale sarà uno degli eventi d’arte più importante a livello mondiale”.

Per la città di Pietrasanta le ultime due settimane sono state molto importantu dal punto di vista culturale perché hanno ristabilito un un clima di normalità, nel rispetto delle linee guida e delle precauzioni anti-Covid. Nell’arco di due weekend hanno aperto, nella nuova Sala del Leone, a Porta a Lucca (via Garibaldi, 70), la mostra di Antonio Nocera “Il Sogno. Eterno Presente” (aperta tutti i giorni, dalle 18.00 alle 23.00 con ingresso libero), “The Flying Horses” di Antonio Signorini nella Sala delle Grasce (aperta da lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 23.00 ed il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 24.00 con ingresso libero). A fianco dell’arte c’è poi l’offerta dei musei civici cittadini per una cultura ad ingresso libero.

Tanto pubblico al vernissage. La cultura è ad ingresso libero a Pietrasanta.