Strettoia: acquedotto Casseraia-Palatina diventerà pubblico, via libera della giunta a contributo 50 mila euro e lavori nel 2021

Stampa, 1 ago 09:54 ·
Vai a:   articolo principale       

Acquedotto Casseraia-Palatina: via libera al contributo comunale di 50 mila euro per finanziare parte degli interventi per la realizzazione delle nuove tubazioni idriche e degli allacci da parte di Gaia Spa tra via Valenciana, via Monticello e via Col di Pione a Strettoia. E’ veramente vicina ad una svolta l’annosa questione dell’acquedotto privato Casseraia-Paladina di Strettoia. Lo schema di convenzione approvato nell’ultima giunta municipale è un altro tassello fondamentale del complicato percorso di passaggio da acquedotto privato ad acquedotto pubblico. I lavori saranno realizzati nel primo semestre del 2021. “Era un preciso impegno che ci siamo presi con i residenti e come promesso l’amministrazione farà la sua parte anche economica con contributo che andrà a coprire una parte dell’intervento complessivo. – spiega il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – Il percorso non è stato né facile, né veloce ma siamo arrivati ad una soluzione condivisa grazie al coinvolgimento di tutte le parti in causa, quindi dei consorziati e di Gaia Spa, e soprattutto alla volontà di trovare la quadra. La quadra è stata trovata. L’acquedotto diventerà pubblico. I residenti avranno garantito un servizio essenziale”.

La storia dell’acquedotto di Casseraie-Palatina inizia addirittura nel secolo precedente. Stiamo parlando di un acquedotto molto vecchio, gestito dal Consorzio Utilisti, che nel corso degli anni ha sofferto la mancanza di manutenzioni che hanno portato ad un aumento delle dispersioni di acqua e di ricorrenti problemi legati alla pressione. Lo stato delle reti è infatti causa di ingenti perdite idriche e cali di pressione che, unitamente ad una effettiva diminuzione della produttività delle fonti nella stagione estiva, determina spesso mancanza di acqua all’utenza. Il passaggio delle utenze all'acquedotto pubblico dovrà transitare attraverso alcuni indispensabili interventi di posa di oltre 1,2 chilometri di nuove tubazioni connesse alla rete pubblica oltre che di nuovi allacci e contatori. Il costo complessivo degli interventi è di circa 145 mila euro. “Ringrazio il consigliere di Gaia, Simone Tartarini che aveva iniziato, all’epoca in cui ricopriva il ruolo di assessore nella giunta Mallegni, questo percorso. – conclude il sindaco – La continuità amministrativa si è rivelata, anche in questa occasione, indispensabile per assicurare una linea comune di azione ed un risultato, nel particolare caso di Casseraie-Palatina, molto importante per tante famiglie residenti”.