Anagrafe: 2.300 pratiche evase da inizio lockdown, dal 1 settembre graduale ritorno alla normalità

Stampa, 17 ago 15:27 ·
Vai a:   articolo principale       

Oltre 2.300 pratiche evase dall’ufficio anagrafe dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Piace il servizio di prenotazione della carta d’identità che evita code e tempi di atteso. Il servizio su prenotazione era stato attivato lo scorso novembre e quindi prima dell’inizio della pandemia e delle successive restrizioni. Nel frattempo, lo ricordiamo, il Governo ha prorogato la validità dei documenti di riconoscimento e identità scaduti al 31 dicembre 2020. A fornice un bilancio dell’intensa attività dell’ufficio anagrafe è il Comune di Pietrasanta che annuncia il progressivo ritorno alla normalità dei servizi.

Dal 1 settembre i servizi demografici saranno così articolati: il rilascio carte d'identità sarà garantito il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 sempre solo ed esclusivamente su appuntamento telefonico; il rilascio dei certificati, autentiche di firme, informazioni inerenti l'attività anagrafica (senza appuntamento telefonico e presso i locali dell'Urp) nelle giornate di martedì e giovedì dalle 9.30 alle 12.30 mentre il cambio di abitazione e residenza tutti i giorni in modalità on line (via mail o via Pec). Dall’inizio del lockdown, e fino allo scorso 31 luglio, l’ufficio anagrafe ha evaso complessivamente oltre 2.300 richieste tra iscrizioni anagrafiche, cambi di abitazione, carte d’identità ed altre attività. Entrando nei dettagli della grande mole di lavoro, in questi mesi l’ufficio anagrafe ha evaso 615 certificati, 259 carte d’identità elettroniche, 16 carte di identità cartacee, 155 iscrizioni anagrafiche, 86 cambi di abitazione e 1202 tra mail e Pec.

Il servizio su prenotazione è attivo tutti i giorni mentre per prendere appuntamento si può telefonare al numero 0584.795266 dalle 9.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì.