Sociale: diritto allo sport per tutti i bambini residenti, Pietrasanta tra le prime in Italia a mettere in campo (dopo il bonus bebè) il “bonus-contributo sport”

Stampa, 14 set 13:27 ·
Vai a:   articolo principale       

Pietrasanta garantirà a tutti i minori il diritto allo sport. Pagherà il corso o l’attività sportiva delle famiglie che dimostreranno di non poter permetterselo. Dopo il bonus bebè (contributo di 200 euro per i neo genitori) è finalmente realtà anche il bonus sport che l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ha deciso di mettere in campo per garantire ai minori di età tra i 6 ed i 17 anni (nati tra il 2003 ed il 2014) di praticare sport in una delle società sportive riconosciute dal Coni o dal Comitato Italiano Paralimpico.

L’idea è stata condivisa dall’assessorato al sociale e dall’assessorato allo sport che in questi mesi hanno lavorato, su stimolo anche delle associazioni sportive, al nuovo strumento destinato alle famiglie in condizioni di svantaggio economico o sociale. In pratica l’amministrazione comunale provvederà, attraverso la dotazione di un fondo straordinario di 40 mila euro, il pagamento di una parte dell’iscrizione ai corsi o alle attività sportive che le famiglie non si potrebbero permettere perché in condizioni svantaggiate (Isee inferiore o uguale a 13mila euro). “Tutti i bambini del nostro comune devono poter accedere allo sport. Ci sono molte famiglie che non possono permettersi di iscrivere i figli a calcio, volley, judo e per questa ragione non li iscrivono. Sono costretti molto spesso a rinunciare. Lo sport è un momento, al pari della scuola, che dovrebbe essere garantito. E’ importante per la crescita umana, individuale e collettiva dei bambini. – spiega il vice sindaco ed assessore al sociale, Elisa Bartoli – Questa nuova misura, nata in tempo di Covid-19, è figlia del continuo dialogo con le associazioni sportive e del territorio ed in particolare con Massimo Gasperini e Serafino Coluccini che ringrazio. La nostra amministrazione dimostra ancora una volta di essere pioniera nell’aggredire i bisogni della comunità e nel dare risposte ad esigenze reali delle famiglie e dei loro figli e figlie”.

Lo schema di erogazione del contributo o bonus sport, è stato approvato dalla giunta municipale nell’ultima seduta e prevede: per ogni minore appartenente a nuclei con Isee familiare non superiore a 9.500,00 mila euro l’erogazione sino all’80% della quota annua o comunque non superiore a 200 euro, contributo che scende al 50% e fino ad un massimo di 100 euro se l’Isee è compreso tra 9.500,0’1 e sino a 13.000 euro. Il contributo non è frazionabile e sarà erogato direttamente alle associazioni sportive presso le quali risulterà effettuata l’iscrizione dei giovani per l’annualità 2020/2021.

Le domande dovranno essere presentate entro il 30 settembre 2020. Per informazioni e modulo domanda vai al sito www.comune.pietrasanta.lu.it