Scuola: pre-scuola gratuito per residenti, comune attiva il servizio in tutte le scuole primarie

Stampa, 26 set 13:19 ·
Vai a:   articolo principale       

Pre-scuola in tutte le scuole primarie del Comune di Pietrasanta. Confermato a giugno il post-scuola. Il sistema della pubblica istruzione di Pietrasanta continua il suo potenziamento dei servizi a domanda individuale per andare incontro alle specifiche esigenze delle famiglie residenti, e non residenti. Per i residenti il servizio pre-scuola sarà gratuito. L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti garantirà, dopo il positivo inizio dello scorso anno, il supporto all’accoglienza scolastica destinando ulteriori risorse per garantire il servizio. Si tratta di un altro impegno mantenuto da parte dell’amministrazione comunale nei confronti soprattutto di quei genitori-lavoratori che hanno l’esigenza di accompagnare i figli a scuola un po’ prima per arrivare puntuali a lavoro. Le scuole interessate sono la Barsottini (Africa), Pascoli, Forli (Vallecchia), Ricci (Pollino), Bibolotti (Tonfano), Mancini (Quadrellara) e Mutti (Strettoia).

Per i residenti del Comune di Pietrasanta, come anticipato, il servizio sarà gratuito mentre per i non residenti sarà a pagamento (15 euro al mese). Per entrambi è prevista una quota di iscrizione di 20 euro annuale da calcolarsi però pro quota per andare incontro a quei bambini che passano, per esempio, dalle elementari alle medie usufruendo del servizio per soli 6 mesi e casi similari. Le famiglie interessante dovranno presentare a partire dal mese di ottobre la richiesta attraverso il portale “Servizi Scolastici Online” presente sul sito del Comune di Pietrasanta. “Il pre-scuola consente ai genitori di portare a scuola i figli a scuola prima. E’ un servizio a domanda individuale così come lo sono il servizio di trasporto o la mensa. Quest’anno gli istituti comprensivi non sono nelle condizioni di poterlo garantire a causa della carenza del personale, lo farà l’amministrazione con risorse proprie. Non potevamo lasciare tante famiglie nell’incertezza. – spiega l’assessore alla pubblica istruzione, Francesca Bresciani – I genitori, laddove ci siano necessità lavorative, potranno finalmente fare affidamento sul sistema scuola. E’ un servizio richiesto, per molte famiglie fondamentale, per conciliare lavoro e famiglia. Lo scorso anno, prima dell’interruzione causa Covid-19, le famiglie che ne avevano fatto richiesta erano un centinaio”.

Non solo il pre-scuola. L’amministrazione comunale ha già previsto anche l’attivazione nel mese di giugno, sia per le scuole primarie di primo e secondo grado, del post-scuola durante il periodo di sospensione delle attività scolastiche che precedono l’inizio dei centri estivi. “La nostra volontà – conclude la Bresciani – è attivare questi servizi aggiuntivi in maniera strutturale e stabile ogni anno. La qualità della vita di una comunità si misura anche dalla qualità dei servizi scolastici che eroga. E noi vogliamo essere al passo con le esigenze dei nostri concittadini”.