Sicurezza: rami e siepi sporgenti sulla strada, scattano le sanzioni per 48 proprietari

Stampa, 6 ott 14:09 ·
Vai a:   articolo principale       

Più che raddoppiate in un anno le sanzioni a carico di proprietari dei terreni confinanti con strade pubbliche che oscuravano la cartellonistica stradale o impedivano la piena visuale. Sono già 48 quelle elevate nel 2020 contro le 23 del 2019 e le 34 del 2018. In tre casi su quattro si tratta di non residenti. In otto casi di cittadini residenti all’estero. Il numero delle segnalazioni da parte dei cittadini di rami a penzoloni sulla strada o siepi sporgenti che costituiscono un motivo di pericolo ha trovato una pronta risposta da parte della Polizia Municipale del Comune di Pietrasanta che ha applicato alla lettera quanto previsto dall’art. 29 ovvero una sanzione di 173 euro e l’obbligo di ripristino delle condizioni di sicurezza. I dati sono stati forniti dall’ufficio infrazioni del comando della Polizia Municipale coordinato dal Comandante Giovanni Fiori.

“L’attività di controllo quotidiana del territorio – spiega Andrea Cosci, assessore alla Polizia Municipale – unita alle segnalazioni dei cittadini ci consentono di individuare ed intervenire laddove le condizioni di sicurezza vengono meno mettendo a rischio la sicurezza dei cittadini. Spesso si tratta di situazioni che perdurano e che i proprietari non hanno risolto nonostante i solleciti. Prima di arrivare ad una sanzione, ed ai conseguenti atti, c’è sempre una fase interlocutoria in cui si invitano i proprietari ad intervenire. Spesso, per fortuna, questo avviene. In altre occasioni c’è bisogno di ricorrere alle sanzioni. Quest’anno sono state già più del doppio, e questo – spiega ancora – denota un’attenzione particolare a questa problematica. Ringrazio il comandante Giovanni Fiori ed il vice Roberto Buratti che coordina l’ufficio infrazioni e tutti gli agenti per il costante e serio lavoro che svolgono in città”.