Sicurezza: tre nuove piante per ogni albero tagliato, Pietrasanta è sempre più green

Stampa, 15 ott 15:23 ·
Vai a:   articolo principale       

Tre nuove piante ogni albero tagliato. Pietrasanta è una città sempre più green. Lo dicono i numeri.

In appena due anni il piano di piantumazioni voluto dal Comune di Pietrasanta consentirà di mettere a dimora complessivamente 284 nuove piante tra autoctone e palme a fronte di 94 abbattimenti (dal conteggio è escluso il bosco della Versiliana dove sono stati piantumati 2.750 alberi).

L’input per una nuova era verde per la città di Pietrasanta è partito dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti. “Ogni pianta che siamo stati costretti per ragioni di sicurezza o di potenziale pericolo per la comunità perché malate o a rischio caduta saranno sostituite da nuove piante. Alla fine di quest’anno, una volta terminato il lotto del viale Apua dove saranno piantumati 48 nuovi tigli e rimosse le ceppaie esistenti, avremo piantato tre piante ogni albero tagliato. Questo vogliamo continui ad essere nei prossimi anni l’approccio alla tutela del nostro verde per una città sempre più vivibile e sostenibile”.

Le piante messa a dimora variano dai tigli del viale Apua ai platani nell’area verde di fronte al monumento del Soldato al Alleato, dal frassini in via Asmara agli aceri campestri nel nuovo giardino dell’asilo Scubidù a Città Giardino fino alle palme Washington che oggi caratterizzano da Fiumetto a Focette il lungomare. La maxi piantumazione di palme, molto apprezzata, è stata eseguita in tre lotti in due anni. Complessivamente sono state piantate 170 palme. “Ringrazio l’ufficio ambiente – spiega il primo cittadino – per il lavoro che sta portando avanti anche dal punto di vista del completamento del censimento dell’intero patrimonio cittadino. Ci tengo a ringraziare gli agronomi Pietro Bacci, vicinissimo alla pensione, ed Alessandro Barbagli”.